Torna la Superlega: Milano fa lo sgambetto alla Lube

Nel 14° turno di Superlega fa clamore la sconfitta interna della Lube Civitanova per mano di Milano. Perugia ne approfitta e supera Verona, accorciando il distacco in classifica. Successi anche per Modena, Trentino e Padova.

Potremmo dire “Clamoroso all’Eurosuole” parafrasando la ben nota frase radiofonica di Tutto il Calcio minuto per minuto per descrivere il primo turno di campionato di Superlega maschile disputato nel 2020. La Lube Civitanova, la squadra Campione del Mondo, d’Europa e d’Italia, insomma la più forte di tutte, è uscita sconfitta tra le mura amiche nella prima apparizione dell’anno solare. A compiere l’impresa è stata la Powervolley Milano di coach Roberto Piazza vittoriosa al tie break al termine di una gara dai mille volti come racconta il punteggio finale (23-25, 25-18, 25-13, 23-25, 10-15).

La lettura migliore sull’esito dell’incontro la fornisce principalmente il quarto set, dove i marchigiani hanno patito un calo di concentrazione e un attacco meno convincente, situazioni legate forse alla convinzione di avere la gara in tasca dopo il terzo set. Gli ospiti a quel punto non hanno potuto far altro che ringraziare e costruirsi il break che ha permesso loro di difendersi dal tentativo di rimonta della Lube. Nel quinto set le forze in campo si sono bilanciate con la fatica e il fattore emotivo così a fare la differenza a favore dei meneghini è stato il servizio dell’opposto olandese Nimir.

https://twitter.com/PowervolleyMI/status/1217935921468858375

Un giro a vuoto che interrompe la serie di vittorie della Lube, ma non le impedisce di conservare la testa della classifica nonostante la vittoria alle sue spalle di Perugia. Dopo 14 turni di campionato alcune indicazioni sono evidenti; in primis la netta spaccatura tra le prime cinque e il resto delle protagoniste della massima serie nostrana. La seconda nota di rilievo è l’allargamento da 4 a 5 grandi sorelle nel top della Superlega; Lube e Perugia restano comunque di un livello superiore e anche le principali candidate per la finale scudetto, mentre in seconda fila alle già note Modena e Trentino si sta aggiungendo proprio Milano. L’exploit dei milanesi si è combinato con una certa discontinuità di risultati di emiliani e trentini; se Piazza però vuole occupare uno dei primi quattro posti con la sua squadra sarà necessario ribaltare i risultati degli scontri diretti che nel girone di andata hanno visto Milano sempre sconfitta.

Classifica: Civitanova 39, Perugia 33, Modena 31, Trento, Milano 30, Padova, Ravenna, Verona 18, Monza 14, Piacenza 12, Vibo Valentia, Cisterna 9, Sora 5.

Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal.