Fiorentina, ecco Beppe Iachini. Sarà lui il nuovo allenatore

La Fiorentina ha sciolto ogni riserva. La notizia si era già diffusa nell’aria e qualcuno l’aveva anche rivelata sui social già prima del comunicato ufficiale della società viola. Beppe Iachini  è il nuovo allenatore della compagine toscana, sarà presentato il 28 dicembre e il giorno dopo guiderà il primo allenamento. È questo il regalo che Rocco Commisso ha lasciato sotto l’albero dei tifosi viola in attesa che il mercato di riparazione possa concedere qualche altro sussulto.

Qualcuno invocava Luciano Spalletti sotto il cielo dell’Arno, secondo le indiscrezioni il patron viola voleva spingere per l’ipotesi Laurent Blanc, ma alla fine è toccato a Beppe Iachini prendere le redini di questa squadra per allontanarla il prima possibile da una zona delicata. Guardando la lavagna tattica, il nuovo tecnico potrebbe proporre a Firenze un classico 3-5-2, suo cavallo di battaglia ma anche una soluzione che inizialmente aveva fatto le fortuna di Montella, oppure variare con un trequartista dietro le punte, ipotesi che affascina maggiormente magari giostrando sull’esperienza di Boateng o di un Ribery, appena tornerà disponibile.

Quello di Iachini rappresenta comunque un ritorno all’Artemio Franchi. È alla sua prima assoluta sulla panchina gigliata, ma da queste parti lo conoscono bene perché ha indossato questa maglia tra il 1989 e il 1994, in un periodo con più dolori che gioie. Ha vissuto da giocatore la dolorosa retrocessione in B della Fiorentina e la sua rapida risalita l’anno successivo. Ma il suo nome era anche in quella travolgente cavalcata europea, stagione 1989-90, che iniziò dal Vicente Calderon di Madrid e portò la Fiorentina di Roberto Baggio fino alla finale di Coppa Uefa. Purtroppo i tifosi viola conoscono bene l’epilogo di quella doppia sfida con la Juventus, una favola che non si concretizzò fino in fondo.

Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal.