Lugano, Jacobacci: “Ci è mancato solo il gol”

Dal nostro inviato a San Gallo (CH)

Incontriamo Maurizio Jacobacci al termine della partita contro il Malmö in Europa League. Ecco le sue principali dichiarazioni“Sono abbastanza soddisfatto della prestazione odierna: la squadra ha fatto bene, ha mostrato personalità. Peccato per il gol che non è venuto: mi dispiace soprattutto per i ragazzi i quali, stasera, avrebbero meritato di vincere.”

“Le scelte di questa sera sono anche dovute al fatto che dovremo affrontare, domenica a Cornaredo, il Basilea, in una partita che riveste per noi grande importanza. Ho scelto di far giocare Holender e non Gerndt perché ritenevo che potesse far bene entrando a partita in corso: infatti è stato lui a mettere sui piedi di Holender un pallone importante che, se fosse entrato, avrebbe cambiato la storia di quest’incontro.”

Abbiamo quindi riferito al tecnico i complimenti dell’allenatore avversario“Sono cose che fanno piacere, ovviamente. Abbiamo provato a contenerli e a crear loro problemi in fase d’impostazione del gioco, tenendoli lontani dalla nostra area, e siamo riusciti a farlo bene, visto che loro hanno creato ben pochi problemi al nostro reparto arretrato.”

In zona mista, abbiamo anche intercettato il presidente Renzetti, apparso insoddisfatto per le scelte di formazione fatte dal tecnico: Non sono contento, questa era una partita da vincere. Non credo sia stata una buona idea mettere Holender a fare la prima punta: è fuori ruolo, e infatti al momento topico non ha fatto bene. Forse valeva la pena fare altre scelte: non possiamo buttare via queste occasioni, stasera era importante vincere, non l’abbiamo fatto, e ci sono responsabilità anche nostre.”

In quanto al tecnico del Malmö Uwe Rösler, così ha risposto alla nostra domanda, nella quale gli chiedevamo di provare a confrontare le due prestazioni di questa sera e quella in Svezia di due settimane fa: “Eravamo in un periodo difficile, visto che stavamo lottando per provare a vincere il campionato: questa sera la squadra era più contratta, aveva paura di non riuscire a fare risultato. Di sicuro, però, il Lugano ha giocato meglio questa sera: ci ha creato qualche problema in più, rendendo la nostra prestazione non del tutto soddisfacente. Siamo comunque ancora in corsa: ci aspettano due partite difficili, nelle quali cercheremo di dare il meglio, per ottenere la qualificazione al turno successivo.”

Abbiamo poi parlato, in zona mista, con Jo Berget, centrocampista del Malmö: “Non è stata la nostra migliore prestazione, ma crediamo di poter fare meglio nelle prossime due partite che ci restano da giocare. La nostra stagione non è stata del tutto soddisfacente: purtroppo non siamo riusciti a vincere il campionato, che è sfumato all’ultima giornata, anche se abbiamo ottenuto la qualificazione ai preliminari della prossima Europa League. Ora abbiamo ancora due partite importanti da giocare, e faremo del nostro meglio per andare avanti.”

Condividi
Da bambino si innamorò del calcio vedendo giocare a San Siro Rivera e Prati. Milanese per nascita e necessità, sogna di vivere in Svezia, e nel frattempo sopporta una figlia tifosa del Bayern Monaco.