Coppa svizzera 16/mi: già fuori tutte le ticinesi!

Tutto come da programma, in Coppa svizzera: anzi no. A meno di non considerare normali le sorprese di questa competizione che, ai sedicesimi di finale, ha già fatto le prime vittime eccellenti. Sono infatti cadute Lugano (a Losanna, come vi abbiamo raccontato sabato dallo stadio), San Gallo (contro il Winterthur) e Servette (al Letzigrund contro il GCZ).

Negli anticipi del venerdì, le clamorose eliminazioni di Servette e San Gallo. Il Grasshopper, nonostante si sia trovato si in dieci dal 33′ (espulsione di Cabral per doppia ammonizione), ha prevalso per 1-0 grazie a un gol di Gjorgjev al 47′, quando la punta delle Cavallette ha insaccato alle spalle dell’ex Lugano Kiassumbua, dopo un pasticcio della retroguardia ginevrina.

Colpo anche per il Winterthur, non nuovo a queste imprese (eliminò tre stagioni fa lo Young Boys a casa sua, nei quarti di finale). Sul destino del match ha pesato l’espulsione, al 31′, del portiere dei Brodisti Jonathan Klinsmann per un fallo sull’ex Buess, lanciato a rete. Nella ripresa sono poi arrivate le due reti da parte di Mahamid al 48′ e Da Silva, in pieno recupero.

Nessuna sorpresa (a parte la sconfitta alla Pontaise del Lugano) nelle sfide di sabato, che hanno visto l’affermazione di tutte le compagini della massima serie. Lo Young Boys ha usato il pallottoliere con il Freienbach (Seconda Lega Interregionale). I campioni svizzeri sono infatti andati a segno 11 volte (tripletta di Nsame e doppiette di Ngamaleu e Fassnacht).

Qualche difficoltà in più invece per i detentori del trofeo. Il Basilea, infatti, ha dovuto aspettare la ripresa per chiudere i conti (di Ademi, Frei e Stocker le reti) con il Meyrin (1a Lega). Anche lo Zurigo ha avuto ragione del Wil solo di misura, grazie a Schönbächler e all’ex Sion Pa Modou che hanno risposto al gol del vantaggio dei sangallesi, messo a segno dall’ex Lugano Fazliu.

Eliminazione per il Kriens da parte dei pari categoria del Lausanne Ouchy. I neopromossi romandi hanno ottenuto il passaggio agli ottavi grazie a tre gol messi a segno in soli 6′.

Le sfide di domenica hanno visto l’eliminazione, tutto sommato a testa alta, del Bellinzona, opposto allo Xamax. La prima frazione si è chiusa con i neocastellani in vantaggio, grazie a una rete di Karlen (conclusione da fuori area). L’ACB aveva però giocato una buona gara, cercando anche, in un paio d’occasioni, la via del gol.

Nel secondo tempo i padroni di casa sono scesi sul terreno di gioco cercando, con decisione, il pareggio. Tuttavia, la spinta offensiva dei sopracenerini ha creato spazi per le ripartenze dei romandi, che hanno trovato, al 65′, il raddoppio con Ramizi. La rete subita non ha però domato i ticinesi che, al 79′, hanno riaperto la sfida, al 79′, con Stojanov. Finale al cardiopalma, con l’ex Lugano e Chiasso Cortelezzi che, al 92′, ha colpito il palo.

Gol ed emozioni al Brügglifeld. I rossoneri padroni di casa dell’Aarau hanno ceduto al Sion Re di Coppa solo nei minuti di recupero. Del neoacquisto Doumbia la rete di recupero, dopo che, in precedenza, erano andati Toma per i vallesani e l’ex Bellinzona e Lucerna Neumayr per i padroni di casa.

Lucerna e Thun, rispettivamente contro Wohlen e Stade Nyonnais, hanno ottenuto il passaggio agli ottavi. I confederati sono andati in gol 4 volte nella ripresa, mentre i bernesi hanno ottenuto il passaggio del turno col minimo vantaggio (gol di Stillhart al 59′).

In serata, come da tradizione, i sorteggi del prossimo turno, dove non ci sono più teste di serie, anche se le compagini delle serie minori hanno ancora diritto a giocare in casa. Le sfide sono in programma nel fine settimana del 30 e 31 del mese di ottobre.

Coppa svizzera 16/mi di finale – risultati

Freienbach (2a Lega Int.)-Young Boys  2-11  (0-5)
Grasshopper (Challenge League)-Servette  1-0  (0-0)
Meyrin (1a Lega)-Basilea  0-3  (0-0)
Wil (Challenge League)-Zurigo  1-2  (1-1)
Aarau (Challenge League)-Sion  1-2  (1-1)
Winterthur (Challenge League)-San Gallo  2-0  (0-0)
Stade Nyonnais (Promotion League)-Thun  0-1  (0-1)
Bellinzona (Promotion League)-Neuchâtel Xamax  1-2  (0-1)
Wöhlen (1a Lega)-Lucerna  0-4  (0-0)
Losanna (Challenge League)-Lugano  3-0  (0-0)
Sursee (2a Lega Int.)-Bulle (1a Lega)  1-2  (1-1)
Kriens (Challenge League)-Lausanne Ouchy (Challenge League)  2-4  (2-1)
Spiez (2a Lega Int.)-Linth (1a Lega)  0-4 dts  (0-0)
Béroche-Gorgier (2a Lega)-Lancy (1a Lega)  2-1  (0-1)
Olympique Ginevra (1a Lega)-Bavois (Promotion League)  1-2  (0-0)
Bassecourt (1a Lega)-Rapperswil (Promotion League)  0-3  (0-1)

Accoppiamenti ottavi di finale (in neretto i club di Super League)

Bulle (1a Lega)-Rapperswil (Promotion League)
Linth (1a Lega)-Sion
Béroche-Gorgier (2a Lega)-Bavois (Promotion League)
Grasshopper (Challenge League)-Lucerna
Winterthur (Challenge League)-Thun
Losanna (Challenge League)-Neuchâtel Xamax
Lausanne Ouchy (Challenge League)-Basilea
Young Boys-Zurigo

Condividi
Da bambino si innamorò del calcio vedendo giocare a San Siro Rivera e Prati. Milanese per nascita e necessità, sogna di vivere in Svezia, e nel frattempo sopporta una figlia tifosa del Bayern Monaco.