Copa Libertadores, ottavi di finale – Boca, Grêmio e Internacional vedono i quarti

Era la partita più attesa di questi ottavi di finale, ma tutto si deciderà a Belo Horizonte. Tra River Plate e Cruzeiro finisce infatti 0-0 al Monumental, in un incontro ricco di polemiche e nervosismo. Nel primo tempo il River fa la partita costruendo diverse occasioni da gol, ma il Cruzeiro si difende con ordine. Nella ripresa i brasiliani provano anche a ripartire in contropiede e trovano anche la via della rete, annullata però per fuorigioco millimetrico. Dall’altra parte, la squadra di Gallardo vede negarsi due calci di rigore, il terzo però è quello buono: trattenuta su Pratto nei minuti di recupero e tiro dagli undici metri concesso. Sul dischetto va Suárez, che però centra clamorosamente la traversa. 0-0 quindi e tutto rinviato alla prossima settimana.

Come al solito le trasferte argentine si rivelano complicatissime per il Palmeiras. L’inzio di partita della squadra di Scolari a Mendoza è infatti pessimo: in mezz’ora il Godoy Cruz va avanti 2-0 grazie alla doppietta del Morro García, che sopratutto sul secondo gol sfrutta una dormita colossale della difesa brasiliana. Felipe Melo accorcia le distanze al 34′ con un colpo di testa grazie all’uscita a vuoto di Mehring, ma poco più tardi un ingenuo fallo di Gómez in area di rigore fa sì che gli argentini usufruiscano di un calcio di rigore. Weverton però ipnotizza García e la partita cambia. Nel secondo tempo il Palmeiras cresce e al 59′ trova il pareggio con Borja. All’Allianz Parque i campioni del Brasile partiranno in leggero vantaggio, cosa che sembrava improbabile per come si era messa la partita a Mendoza.

Bella vittoria della LDU Quito, che batte 3-1 l’Olimpia mettendosi in una posizione di grande vantaggio in vista del ritorno. Ayoví porta avanti gli ecuadoriani al 12′, poi col passare dei minuti sale l’Olimpia, che al 61′ trova il pareggio con un gran tiro dalla distanza di Rojas. I paraguaiani però pagano a caro prezzo gli errori difensivi, tipo quello che consente a Julio di segnare il 2-1 al 73′ liberissimo in area di rigore. Il terzo gol dei padroni di casa è pesantissimo e lo realizza Aguirre con un bel calcio di punizione a cinque minuti dalla fine dell’incontro. Ad Asunción servirà la partita perfetta all’Olimpia per ribaltare il risultato.

Il mercoledì è invece caratterizzato da due pesantissime vittorie in trasferta e da una grand sorpresa. Boca Juniors e Internacional vincono rispettivamente sui campi di Atlético Paranaense e Nacional ipotecando il passaggio ai quarti di finale. Partiamo dagli argentini, che, in attesa dell’arrivo di De Rossi e della partenza di Benedetto, giocano una partita di grande personalità in Brasile vincendo 1-0 grazie al tiro deviato di Mac Allister all’83’. Per l’ex Argentinos Juniors esordio da sogno con la nuova maglia. I rossoneri avrebbero poi la grande occasione per pareggiare grazie a un calcio di rigore concesso loro nel recupero tramite VAR per un dubbio fallo in uscita di Andrada, ma Ruben dal dischetto colpisce il palo lasciando gelati i suoi tifosi. Alla Bombonera al Boca basterà gestire il vantaggio.

L’altra vittoria in trasferta è come dicevamo quella dell’Internacional. E a firmarla è sempre lui, Paolo Guerrero: che sia con la maglia del Perù o con quella del suo club, l’attaccante non smette mai di segnare. È il suo diagonale al 90′ su assist di Wellington Silva ad affossare il Nacional, che come durante quasi tutta la fase a gironi era riuscito a mantenere la porta inviolata.

La sorpresa è invece il 2-0 con cui l’Emelec ha sconfitto un pessimo Flamengo. A Guayaquil le cose si mettono subito male per i brasiliani, che subiscono al 10′ il gol di Godoy. Al 54′ gli ecuadoriani rimangono in dieci uomini per l’espulsione  di Vega, ma il Flamengo non ne approfitta. Anzi, al 79′ l’Emelec raddoppia con Caicedo, fortunato nel vedersi deviato il tiro che diventa così imparabile per Diego Alves. Al Maracaná servirà quindi una grande impresa alla squadra di Jorge Jesus per evitare quello che sarebbe un enorme fallimento.

Nessun gol tra San LorenzoCerro Porteño, con i paraguaiani che portano a casa il pareggio dopo aver giocato per mezz’ora in inferiorità numerica per l’espulsione di Espinola.

Nell’ultima partita in programma il Grêmio batte 2-0 il Libertad mettendo una seria ipoteca sul passaggio del turno. Nonostante l’espulsione di Geromel al 51′, la squadra di Portaluppi continua ad attaccare e negli ultimi venti minuti di partita trova i due pesantissimi gol: prima con una mezza rovesciata di Tardelli, poi con il colpo di testa di Braz.

RISULTATI (RITORNO 31/7, 1/8, 2/8)

River Plate-Cruzeiro  0-0
Godoy Cruz-Palmeiras  2-2  6′, 29′ García (G), 34′ Felipe Melo (P), 59′ Borja (P)
LDU Quito-Olimpia  3-1  12′ Ayoví (L), 61′ Rojas (O), 73′ Julio (L), 85′ Aguirre (L)
Nacional-Internacional  0-1  90′ Guerrero
San Lorenzo-Cerro Porteño  0-0
Emelec-Flamengo  2-0  10′ Godoy, 79′ Caicedo
Atlético Paranaense-Boca Juniors  0-1  83′ Mac Allister
Grêmio-Libertad  2-0  71′ Diego Tardelli, 84′ David Braz

Condividi
Nato a Genova, dove vive attualmente. Ama molti sport tra cui basket, calcio, football americano e tennis. Segue il calcio italiano, europeo e sudamericano, con una forte passione per il campionato argentino.