Ex Foggia ambiti sul mercato: ecco le prime ufficialità

La città di Foggia si trova ad affrontare il secondo fallimento calcistico a distanza di sette anni. Il club rossonero è stato escluso dalla Serie C lo scorso 4 luglio per mancanza di parametri finanziari e il 16 la FIGC ha deliberato lo svincolo d’autorità dei tesserati. Un’annata travagliata per i satanelli che, partiti con 15 punti di penalizzazione (ridotti poi a 6) per illecito amministrativo, sono retrocessi in virtù del diciassettesimo posto maturato al termine della regular season di Serie B.

La squadra dauna ha visto così disperso un patrimonio tecnico (e umano) importante, basti pensare ai vari Deli, Gerbo, Kragl Mazzeo oltre al capitano e anima del club Agnelli. Un parco giocatori del valore di mercato di circa 9 milioni di euro stando ai dati del sito specializzato Transfermarkt. Cifra che non tiene in considerazione comunque gli eventuali riscatti dei calciatori arrivati in prestito, come, ad esempio, il veronese Boldor e il perugino Ngawa, per i quali la scadenza era fissata entro il 30 giugno.

Con l’ufficialità dello svincolo, gli ormai ex calciatori rossoneri si sono così dovuti guardare attorno e trovare un nuovo club. Riscattato l’estate scorsa per 400 mila euro, il tedesco Oliver Kragl ha sposato il progetto del Benevento di Filippo Inzaghi. Il metronomo Francesco Deli ha scelto l’ambiziosa Cremonese, che ha messo nel mirino l’esterno destro Alberto Gerbo, seguito anche da Frosinone e Salernitana. Il neopromosso Pordenone ha ingaggiato il difensore Michele Camporese ed è pronto a ufficializzare il fantasista Lucas Chiaretti, mentre il Pescara si è assicurato il centrocampista Massimiliano Busellato.

Colpo del Livorno che ha messo sotto contratto Fabio Mazzeo, autore di 51 gol in 101 presenze nei tre anni di militanza con la formazione pugliese. Ripartono dalla Serie C l’esperto Luca Martinelli, neo rinforzo del Catanzaro, il giovane Federico Sonnini, tesserato dalla Pistoiese, e il centrocampista Giuseppe Sicurella, approdato alla Sicula Leonzio. L’ex capitano Cristian Agnelli si sta allenando con la rappresentativa AIC riservata ai calciatori senza contratto, mentre il “vice” Giuseppe Loiacono è un obiettivo di mercato della Reggina.

Saluta l’Italia, invece, il mediano svizzero Matteo Fedele che, l’esperienza in Romania al CSU Craiova, ha siglato un accordo triennale con i francesi del Valenciennes. Perdite importanti anche per il settore giovanile rossonero: il terzino destro classe 2000 Bruno Cascione passa al Bari, il centrocampista classe ’99 Matteo Arena al Monopoli, l’esterno offensivo classe 2000 Lorenzo Cavallini (12 gol in 15 presenze in Primavera 2 nella passata stagione) alla Casertana e la punta classe ’99 Simone Sorgente alla Nocerina.

Diversi calciatori sono ancora a caccia di una nuova sistemazione: parliamo dei portieri Andries Noppert e Stefano Tarolli, dei difensori Denis Tonucci, Matteo Rubin e Marco Zambelli, dei centrocampisti Andrea Marcucci e Leandro Greco, degli attaccanti Francesco Fedato e Francesco Nicastro. Si tratta di elementi appetibili per le compagini della cadetteria e di terza serie. Il calciomercato sta entrando nel vivo e di certo a breve saranno rese note le loro nuove destinazioni.

Intanto a Foggia attendono novità per ripartire dalla Serie D con una società che assicuri un futuro degno del blasone di una piazza come quella pugliese. Il foggiano doc Cristian Agnelli, dopo l’esclusione dalla C, aveva lanciato un messaggio chiaro: «Se dovessero chiedermi una mano, per me non conta la categoria, con il Foggia giocherei sempre. Spero che chi arrivi metta in piedi un progetto importante, perché questa è una piazza che merita i palcoscenici professionistici. Bisogna ripartire con la voglia di risalire subito». E chissà che non sia proprio lui il protagonista della rinascita di una delle piazze più calde del calcio italiano.

Condividi
Classe ’91, laureato in Scienze della Comunicazione a Roma 2. Calciofilo DOC, inviato per CalcioMercato.com, ha scritto anche per il sito ufficiale del Frosinone Calcio.