Pokerstars VR sbarca su un’altra dimensione

L’aggiornamento cosmico consente ai giocatori di VR di acquistare oggetti di scena e molto altro.

PokerStars VR ha annunciato oggi l’ultimo eccitante aggiornamento della PokerStars’ Galaxy Space Station, che arriverà nella stratosfera martedì 9 luglio. L’unicità del nuovo aggiornamento darà ai giocatori una partita di poker interstellare con robot, alieni, giocattoli spaziali e tutte le cose che rappresentano l’universo.

L’aggiornamento cosmico porta anche con sé un’intera nuova dimensione nell’interazione per il giocatore e aumenta il livello di personalizzazione con una varietà di nuove funzionalità e oggetti divertenti come scimmie spaziali, robot di combattimento e razzi telecomandati. C’è anche una varietà completamente nuova di vestiti, cappelli e oggetti di scena che i giocatori possono provare semplicemente e facilmente nella finestra di anteprima. I giocatori potranno inoltre vedere tutti gli oggetti che hanno acquistato nella nuova ‘Stash’ tab e potranno possederli senza avere costa aggiuntivi.

Un nuovo video con Jeff Lande, CEO di Lucky VR, lo sviluppatore della realtà virtuale di PokerStars VR, descrive tutti gli aggiornamenti.

“L’esperienza di PokerStars VR è davvero unica nel suo genere e la sua immersione nel social poker ha contribuito a creare una comunità davvero coinvolta. Abbiamo visto che PokerStars VR si sta rafforzando con questi aggiornamenti”, ha dichiarato Severin Rasset, Director of Poker Innovation and Operations di PokerStars. “PokerStars VR continuerà il suo viaggio deliziando i nostri giocatori e offrendo un’esperienza e un brivido unici. Oltre alla Macau Suite e allo Showdown Saloon, ora abbiamo tavoli nella Via Lattea e la possibilità di personalizzare l’esperienza dei giocatori a nuovi livelli!”

PokerStars VR è disponibile sul nuovo sistema VR all-in-one di Oculus, Oculus Quest, oltre a Viveport e Steam.

Per il video PokerStars VR Develop Diary 2: https://www.youtube.com/watch?v=HyKjI2bQAMo

Condividi
Telecronista e opinionista radio/TV, già a SportItalia e addetto stampa di diverse società. Non si vive di solo calcio: ciò che fa cultura è la fame di sapere, a saziarla il dinamismo del corpo e del verbo.