Fantacalcio Serie A 2018/19: i Flop 4 della 38/a giornata

Scopriamo assieme quali sono stati i quattro peggiori giocatori in ottica Fantacalcio dopo la 38/a giornata del campionato di Serie A 2018/19.

Porta – Orestīs Karnezīs (Napoli): vero che la gara di Bologna era inutile per il Napoli, ma subire tre gol non è mai bello, specialmente per un portiere che per gran parte della stagione ha guardato dalla panchina i propri compagni. Non ha colpe gravissime sui tre gol felsinei, anche se sulla conclusione da fuori di Džemaili dà la sensazione di poter fare decisamente di più. Sfortunato, invece, in occasione nel terzo gol bolognese, con Santander che devia improvvisamente la sfera, ingannandolo.
Voto: insufficienza per il greco, anche se non grave (5.5).
Malus: -3.

Difesa – Dalbert (Inter): entra in campo al 74′ e due minuti dopo l’Empoli pareggia. Un caso? Niente affatto, perché l’azione dei toscani nasce proprio da un suo errore a centrocampo. Poi non si riprende più, anzi sbaglia altri due palloni facendo ammattire i tifosi sugli spalti. Una calamità, difficilmente lo rivedremo dalle parti di San Siro.
Voto: un 5 generalizzato, anche se ci stava tutto mezzo punto in meno.

Centrocampo – Francesco Magnanelli (Sassuolo): il Papu lo fa impazzire per gran parte della partita. Si prende un giallo a fine primo tempo e, non contento, a sette minuti dal novantesimo si fa sventolare in faccia anche il secondo cartellino per proteste. Da un giocatore della sua esperienza, capitano perlopiù, non ce lo saremmo mai aspettati.
Voto: abbondantemente insufficiente, tra il 4.5 e il 5.
Malus: -1.

Attacco – Mauro Icardi (Inter): si procura il rigore, ma lo spreca malamente, calciando un rasoterra poco angolato e facile per il portierone dell’Empoli Drągowski. Esce tra i fischi di San Siro in quella che quasi certamente sarà la sua ultima serata nerazzurra. Chissà dove lo rivedremo e se potremo ancora schierarlo nelle nostre formazioni, ma la prestazione di ieri è lo specchio perfetto di un’annata maledetta. E sotto questo punto di vista, lui in primis dovrà farsi un bell’esame di coscienza.
Voto: oscilla tra il 4 e il 4.5.
Malus: -3.

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina.