Serie C, Girone C – Il riepilogo della 36/a giornata

Il primo verdetto giunge quest’oggi nel turno valido per la 36/a giornata del Girone C di Serie C: la Juve Stabia, grazie al successo per 2-1 sulla Vibonese può celebrare il ritorno in Serie B al termine di una cavalcata trionfale iniziata fin dalle primissime giornate. A nulla vale, quindi, il successo di misura del Trapani sul campo del Rende e i campani a due giornate dal termine con quattro punti di vantaggio e con i tre punti del prossimo turno, previsto col Matera, in saccoccia possono dare finalmente sfogo alla propria gioia.

Grande battaglia in zona playoff, con la Reggina e la Cavese che conquistano tre punti pesantissimi, e nei bassifondi della classifica con la vittoria della Paganese sulla Virtus Francavilla e la concomitante sconfitta interna del Bisceglie col Rieti. Adesso tra campani e pugliesi i punti di differenza si riducono a sei e ciò può portarli dritti dritti a un playout incandescente.

Serie C, Girone C – 36/a giornata
Sabato 20 aprile 2019
Bisceglie-Rieti  0-1  64′ Cernigoi
Catania-Sicula Leonzio 1-0  53′ rig. Lodi
Catanzaro-Matera  3-0 a tavolino
Juve Stabia-Vibonese  2-1  10′ rig. Paponi (J), 31′ rig. Bubas (V), 47′ Mezavilla (J)
Monopoli-Cavese  0-1  33′ Rosafio
Paganese-Virtus Francavilla  2-1  15′ Partipilo (VF), 29′ Cesaretti (P), 90’+2′ Alberti (P)
Potenza-Viterbese  2-1  35′ Emerson (P), 72′ Ricci (P), 90’+2′ Damiani (V)
Reggina-Casertana  1-0  76′ Kirwan
Rende-Trapani  0-1  70′ Evacuo
Riposa: Siracusa

La classifica dopo la 36/a giornata
Juve Stabia **74
Trapani **70
Catanzaro ***61
Catania **60
Potenza **53
Virtus Francavilla **49
Monopoli **47
Casertana **47
Reggina **46
Viterbese Castrense ***45
Rende *44
Cavese **43
Sicula Leonzio *42
Vibonese **42
Rieti **37
Siracusa **36
Bisceglie **26
Paganese **20
Matera @escluso
Penalizzazioni: Reggina, Rieti -4; Bisceglie, Siracusa -3; Monopoli -2; Juve Stabia, Rende, Trapani -1. * 35 partite giocate; ** 34 partite giocate; *** 33 partite giocate; @ escluso dal campionato
Condividi
Giornalista, appassionato di storia, letteratura, calcio e mediani: quegli “omini invisibili” che rendono imbattibile una squadra. Il numero 8 come fisolofia di vita: grinta, equilibrio, altruismo e licenza del gol.