Eredivisie 28/a giornata: riscatto PSV Eindhoven, il NAC Breda rialza la testa

Turno infrasettimanale anche in Olanda, dove si completa la giornata di Eredivisie numero 28: netti i successi di PSV Eindhoven e Ajax, mentre il Feyenoord riavvicina l’AZ Alkmaar e, in zona retrocessione, il NAC Breda centra un successo che ne tiene in vita le speranze di salvezza.

Uscito con le ossa rotte dal De Topper di domenica scorsa contro l’Ajax, il PSV Eindhoven si fa forza e si rialza prontamente travolgendo 4-0 lo Zwolle di Jaap Stam, prossimo allenatore del Feyenoord in luogo di van Bronckhorst sulla porta d’uscita. Rispetto all’uscita da dimenticare della Johan Cruijff Arena van Bommel mette in mezzo al campo Pereiro in luogo del giovane Inhattaren nel suo starting XI, capace di trovare il vantaggio poco prima della mezz’ora con la deviazione vincente di de Jong sugli sviluppi di calcio d’angolo. Il raddoppio dei Boerens è figlio di uno splendido assolo di Bergwijn, che riscatta la disastrosa gara di Amsterdam con una fuga palla al piede di oltre cinquanta metri che si tramuta nel raddoppio dei locali; de Jong nel finale cala il tris, prima del poker servito da Malen di testa sull’ultima azione della gara.

Tiene il passo l’Ajax, rinfrancato dal recente netto successo sui rivali: a Emmen i Lancieri passeggiano chiudendo il primo tempo sul doppio vantaggio con la rasoiata di van de Beek e il sinistro di Blind su schema da calcio piazzato, prima del tris inferto nella seconda frazione ai padroni di casa con il proprio uomo del momento, David Neres, in rete due volte e Huntelaar che completa il pokerissimo dei biancorossi, che nel finale di gara concedono il goffo autogol di Tagliafico figlio della dormita di Onana e il 2-5 definitivo di Arias.

Spettacolare, come auspicabile, l’incrocio del GelreDome tra Vitesse e AZ Alkmaar: i Cheesefarmers partono forte e trovano il vantaggio con Vlaar (secondo gol consecutivo), che stacca di testa facendosi beffe della marcatura di Clarke-Salter che pochi secondi prima aveva regalato il corner alla compagine ospite. I gialloneri faticano ad accendersi, e l’occasione più nitida della gara capita all’AZ in contropiede ma Idrissi non riesce a concluderla al meglio; poco male, perché di lì a poco i rossi il raddoppio lo trovano lo stesso con la splendida punizione di Koopmeiners, che da un bacio al legno alla sinistra di Pasveer prima di infilarsi in fondo al sacco. Meritato il vantaggio dell’AZ, che però al primo affondo della ripresa permette al Vitesse di riaprire la contesa: su calcio d’angolo si accende una mischia che è Bero il più lesto a dirimere, infilando il gol dell’1-2. Il gol di Bero è il calcio di inizio di un’altra partita, dove trascinato da Ødegaard il Vitesse guadagna metri tenendosi costantemente a ridosso della porta di Bizot, salvato dalla dea bendata al minuto 71 una sua respinta su punizione ancora di Ødegaard impatta su Clark e si infrange sul legno.

Dell’AZ nel secondo tempo sono poche le tracce, ma al 75′ Til rischia di chiudere la contesa calando il 3-1 di testa con la traversa a salvare questa volta il Vitesse; sul rovesciamento di fronte Hatzidiakos si dimentica di fare la guardia a Buitink, che con un pregevole tocco di destro infila il 2-2 su cross di van der Werff. É l’ultimo squillo di una gara entusiasmante che si chiude su un pari che lascia tanto amaro in bocca all’AZ Alkmaar, che getta al vento due reti di vantaggio e vede accorciare a un solo punto di distanza il Feyenoord: i Rotterdammers si sbarazzano 3-0 dell’Heereveen, con i centri di Jørgensen (favorito dalla grave disattenzione di Lammers), Berghuis e Vilhena.

Scoppiettante è anche la sfida tra Heracles e il Willem II di un Alexander Isak la cui figurina acquisisce giornata dopo giornata spazio sempre maggiore nell’album di questa Eredivisie; la giovane punta arrivata in prestito dal Borussia Dortmund sblocca la contesa a valle di un primo tempo equilibrato con un mancino chirurgico che si infila all’angolino. Una sfida con Duarte, Dalmau e Kuwas da una parte e Pavlidis, Isak e Vrousai non può deludere sul versante dello spettacolo, con la gara che esplode letteralmente nel secondo tempo: Isak trova un altro fantastico gol con una secca legnata di destro che bacia il palo e si insacca, servendo poi il pallone del tris a Pavlidis. Stordito dalla gara dei Tricolores l’Heracles prova nel finale a tornare in partita con i centri di Kuwas e Konings, ma Isak chiude la contesa servendo a Pavlidis il gol che vale il 2-4 e scrive nel tabellino marcatori l’intero tridente del Willem II, vanificando anche il 3-4 finale di testa di Dalmau.

La vittoria di Almelo permette al Willem II di portarsi a due sole lunghezze di ritardo proprio dall’Heracles (40 contro 42) che chiude la zona playoff, mentre in ballo si ritrova anche il Groningen che con un gol di Gladon al 76′ ha la meglio sul De Graafschap. Dilaga l’Utrecha a Venlo consolidando il proprio piazzamento alle spalle del Feyenoord con un tennistico 6-2 al VVV, mentre traendo giovamento anche dallo 0-0 tra Fortuna Sittard e ADO Den Haag il NAC Breda piazza un colpo fondamentale per le proprie residue chances di salvezza espugnando 2-1 il campo dell’Excelsior con un gol di Koch al 93′ che costringe la terza compagine di Rotterdam alla quinta sconfitta consecutiva.

EREDIVISIE 2018/19 – 28/a giornata

martedì 02/04
Vitesse-AZ Alkmaar  2-2  7′ Vlaar (A), 44′ Koopmeiners (A), 48′ Bero (V), 77′ Buitink (V)
Heracles Almelo-Willem II  3-4  45’+1 e 56′ Isak (W), 63′ Pavlidis (W), 72′ Kuwas (H), 81′ Konings (H), 87′ Vrousai (W), 90′ Dalmau (H)
Groningen-De Graafschap  1-0  76′ Gladon

mercoledì 03/04
VVV Venlo-Utrecht  2-6  18′ Opoku (V), 22′ Bazoer (U), 41′ Joosten (V), 53′ Bazoer (U), 61′ aut. Post (V), 63′ Klaiber (U), 69′ van de Streek (U), 88′ Kramer (U)
Excelsior-NAC Breda  1-2  30′ El Hamdaoui (E), 67′ Korte (N), 90’+3 Koch (N)
Fortuna Sittaard-ADO Den Haag  0-0
Emmen-Ajax  2-5  9′ van de Beek (A), 43′ Blind (A), 51′ David Neres (A), 53′ Huntelaar (A), 60′ David Neres (A), 62′ aut. Tagliafico (A), 87′ Arias (E)

giovedì 04/04
PSV Eidhoven-Zwolle  4-0  24′ de Jong, 62′ Bergwijn, 76′ de Jong, 90’+3 Malen
Feyenoord-Heerenveen  3-0  32′ Jørgensen, 53′ Berghuis, 71′ Vilhena

La classifica dopo la 28/a giornata

PSV Eindhoven70
Ajax68
AZ Alkmaar51
Feyenoord50
Utrecht46
Vitesse42
Heracles Almelo42
Willem II40
Groningen38
Heerenveen 36
VVV Venlo33
Zwolle32
ADO Den Haag30
Fortuna Sittard30
Excelsior26
De Graafschap25
Emmen25
NAC Breda21

Legenda:

Campione – Preliminari Champions League
Preliminari Champions League
Playoff Europa League
Spareggi Europa League
Nacompetitie
Retrocessa

 

Condividi
Nato a Roma nel 1989, si avvicina al calcio grazie all’arte sciorinata sui campi da Zidane. Nostalgico del “calcio di una volta”, non ama il tiki-taka, i corner corti e il portiere-libero.