I progressi del futsal femminile

La giovanissima Nazionale Femminile di Futsal, che ha da poco fallito la qualificazione agli Europei Femminili venendo battuta sul campo dalla corazzata Spagna, ha comunque mostrato ampi margini di miglioramento e di crescita, sotto la sapiente guida del CT Francesca Salvatore.

Ne è stata una prova il doppio impegno amichevole contro l’Ucraina dove capitan D’Incecco e compagne hanno sfidato un avversario che tra meno di un mese giocherà la semifinale del primo Europeo in rosa a Gondomar contro le padrone di casa del Portogallo: nella prima gara amichevole le Azzurre si sono imposte con un netto 4-1 grazie alle reti di Arianna Pomposelli, Roberta Giuliano, Aida Xhaxho e Federica Belli, inutile il gol nella ripresa di Yuliia Dudarchuk. Nella seconda amichevole le Azzurre vanno sotto dopo appena un minuto con la “solita” Dudarchuk ma con caparbietà strappano il pareggio allo scadere della partita, con Pomposelli che, con il portiere di movimento, propizia l’autogol di Dudarchuk.

Il CT Francesca Salvatore è stata comunque soddisfatta del doppio impegno delle Azzurre: “Anche se qualcosa di meglio nell’approccio alla gara potevamo farlo. Ieri abbiamo disputato una grande gara sul piano difensivo e oggi forse, anche per via del grande sforzo del giorno precedente, abbiamo faticato di più. Nell’intervallo ci siamo confrontate, aggiustando alcuni meccanismi e siamo riuscite a prendere più possesso del campo. Siamo riuscite a reggere fisicamente e mentalmente fino all’ultimo, anche con il portiere di movimento, e di questo sono soddisfatta. Devo fare un plauso alle ragazze perché hanno lavorato bene e sono state brave nel computo delle due uscite: questo è un passo importante nel nostro processo di crescita”.

In questo contesto è da accogliere con estrema gioia la notizia della scelta del CT Francesca Salvatore, reclutata da Laurent Morel, manager delle competizioni UEFA di futsal, per la sua rete di osservatori. Francesca Salvatore lavorerà in stretto raccordo con Javier Lozano Cid, ex Ct della Spagna che oggi è presidente della LNFS (Liga Nacional Futbol de sala) spagnola e responsabile del team tecnico della UEFA, e sarà in terra lusitana dal 14 febbraio per ammirare dal vivo tutte le giocatrici protagoniste al Pavilhão Multiusos: “È una grandissima emozione, parto con entusiasmo e animata da tantissima curiosità: la UEFA voleva espressamente un profilo femminile per questo incarico e sono contenta abbia voluto affidarlo a me, si tratta di un grande riconoscimento e di un’opportunità di crescita. Affiancherò Lozano, un mostro sacro del futsal, e sarà un onore: mi dedicherò a un’osservazione pratica e approfondita delle squadre e delle loro metodologie di gioco, oggi osservare è fondamentale. Mi fa piacere avere la possibilità di instaurare e consolidare rapporti e di partecipare a una sorta di anno zero per la nostra disciplina: tutto il materiale raccolto e prodotto entrerà in un archivio e darà il via alla storia del futsal femminile europeo”.

Condividi
Parte-nopeo e parte bolognese, ha collaborato a vari progetti editoriali e sul web (Elisir, Intellego, Melodicamente). Ha riscoperto il piacere del calcio guardando quello femminile.