Perugia si riprende la vetta della Superlega

Il campionato di pallavolo italiana ha vissuto una settimana importante per la classifica della Superlega. Il successo della Lube Civitanova su Trentino, piccola vendetta per la sconfitta maturata recentemente nel Mondiale per club, ha permesso ai campioni d’Italia di Perugia di riprendersi la vetta. Cambiata qualche gerarchia per un campionato che appare leggermente più equilibrato anche se Perugia resta la squadra da battere. Gli umbri, partiti arrembanti sulla scia della passata stagione, hanno trovato qualche ostacolo che ha fatto perdere loro la supremazia del volley italiano.

La sconfitta nel mondiale invece ha creato uno scossone in negativo per la Lube. Il cambio tecnico e il contatto perso con le prime due posizioni hanno portato i marchigiani ad abbandonare il ruolo di principale antagonista dei favoriti. Ed ecco che sulla scena è arrivata Trentino, più grintosa e pronta a voler conquistare un posto per la finale tricolore. Il quarto posto resta invece per Modena dal quale ci si aspettava forse di più; gli emiliani sono molto vicini alla Lube, ma danno l’impressione di avere qualcosa in meno rispetto alle prime tre, mentre appaiono irraggiungibili per tutte le altre che si trovano alle spalle tra cui Milano, Padova e Verona. Insomma il quadro vede sempre quattro squadre un gradino in più rispetto alle altre ma con un podio che potrebbe subire un’inversione rispetto allo scorso anno.