Fantacalcio Serie A 2018/19: i Flop 4 della 18/a giornata

Scopriamo assieme quali sono stati i quattro peggiori giocatori in ottica Fantacalcio dopo la 18/a giornata del campionato di Serie A 2018/19.

Porta – Ivan Provedel (Empoli): non ha colpe particolari sui gol, perché il colpo di testa di Nkoulou è improvviso e deviato da Maietta, mentre le botte da fuori di De Silvestri e Iago Falque sono veramente angolate. Tra l’altro, fa anche qualche discreta parata (come quella nel primo tempo su Belotti), però 3 pere pesano sul groppone e alla sufficienza strappata (5.5 invece per il Corriere dello Sport) vanno tolti 3 punti di malus.

Difesa – Berat Djimsiti (Atalanta): l’autogol con cui sblocca la partita dopo soli 2 minuti di gioco poteva spezzare le gambe all’Atalanta, che poi ha trovato la forza per rientrare in partita. Però per l’albanese resta una prestazione ampiamente insufficiente (voti tra il 4.5 e il 5), che ad alcuni ha fatto rimpiangere gli squalificati Tolói e Palomino.

Centrocampo – Rade Krunić (Empoli): all’89’, sul punteggio di 3-0 per il Torino, commette un’ingenuità clamorosa, colpendo in netto ritardo Nkoulou a centrocampo e procurandosi un rosso diretto che gli farà saltare la gara di sabato contro l’Inter. Perché? Immaginiamo se lo sarà chiesto anche Beppe Iachini. Intanto, chi l’ha schierato si becca un bel 5, che con l’espulsione scende a 4.

Attacco – Lorenzo Insigne (Napoli): dopo una partita da ectoplasma (col senno di poi, Ancelotti avrebbe dovuto sostituire lui e non Milik), perde la testa per delle scaramucce con Keita Baldé, facendosi cacciare da Mazzoleni al novantesimo. Male per uno dei migliori centravanti del nostro campionato, che a questo giro si becca una sfilza di votacci (tutti 4 e 4.5) dai quali sottrarre anche il punto di malus causato dall’espulsione.

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina.