Week Leaks #16 – sorpasso Liverpool, il Chelsea ferma il City. Tottenham e Arsenal sempre in scia

L’analisi della 16/a giornata in Premier League con le Considerazioni del Weekend:

  • Contro ogni pronostico, visto il momento delle due squadre, il Chelsea impone la prima sconfitta stagionale al City di Pep Guardiola. Dopo un primo tempo letteralmente dominato dai Citizens, i Blues colpiscono due volte nella ripresa con Kante e David Luiz. Si tratta della prima vittoria di Maurizio Sarri contro Guardiola, un successo che spazza via le critiche delle ultime settimane e consente al Chelsea di restare nella scia del Tottenham (terzo) e di mantenere la posizione di vantaggio sull’Arsenal (quinto)…
  • Campanello d’allarme per il City? Certo che no. Una giornata storta può capitare a chiunque e la mancanza di Aguero sul lungo periodo può farsi sentire in zona gol. Detto ciò, la preoccupazione più grande è forse la reazione che è venuta a mancare dopo il vantaggio di Kante. Come se questo City avesse perso per un attimo le proprie certezze e sicurezze…
  • La nuova capolista in Inghilterra è dunque il Liverpool di Jurgen Klopp. Liverpool che esce indenne anche da Vitality Stadium, casa del Bournemouth, con un sonoro 4-0. Ancora una volta porta inviolata, sono solamente 6 le reti subite quest’anno dai Reds. Ma soprattutto un Salah ritrovato che dopo un periodo di appannamento, sembra essere ritornato l’attaccante fulmineo e spietato di sempre toccando quota 10 centri in Inghilterra, al pari di Aubameyang. Il Napoli è avvisato, la capolista della Premier sembra aver ritrovato lo smalto di inizio stagione e certamente Anfield è un alleato fidato per le grandi partite…
  • Splendido il gesto proprio di Salah che a fine partita cede il trofeo di migliore in campo al suo collega James Milner, capitano attuale dei Reds, che in casa del Bmouth ha toccato quota 500 presenze in Premier…
  • 36 punti, terzo posto in cassaforte. Pochettino fa riposare Harry Kane (entrato nella ripresa) Son e Alli fanno il resto e il Tottenham espugna il King Power Stadium 2-0. Gli Spurs hanno bisogno del miracolo sul campo del Barcellona per andare avanti in Champions. Questa squadra è talmente capace di tutto che non sarebbe clamorosa la vittoria al Camp Nou, soprattutto se il Barça già qualificato dovesse scendere in campo facendo riposare qualcuno…
  • Ancora Lucas Torreira. Ormai c’ha preso gusto l’anima del centrocampo dei Gunners con il secondo gol consecutivo in Premier League che trascina l’Arsenal al successo complicato contro l’Huddersfield. Una partita vera, maschia, con ben 9 cartellini gialli. Tre punti d’oro per gli uomini di Unai Emery che si giocheranno la Champions fino alla fine…
  • A otto lunghezze di distacco e quasi sicuramente tagliato fuori dal discorso Champions, c’è il Manchester United di José Mourinho. Red Devils che vincono e convincono contro il Fulham di Ranieri (ultimo in classifica con 40 reti subite fin qui in stagione) riportando un po’ di sole e sorrisi nell’ambiente cupo di Manchester. A segno Young, Lukaku, Rashford e Juan Mata che tocca quota 150 presenze con lo United per un totale di 50 gol e 50 assist. Ah, il tutto senza Pogba…
  • Dopo il 2-1 al Chelsea arriva il 2-1 in extremis a St. Jame’s Park. Il Wolverhampton si è ritrovato con 6 punti consecutivi che hanno allontanato la zona rossa della classifica di ben 12 punti. La formazione di Nuno Espirito Santo può tornare a guardare al campionato con più serenità, può tornare ad essere la più classica delle mine vaganti…
  • 5 gol nelle ultime 6 partite in Premier League. Ne aveva fatti solo 5 nelle ultime 34 tra West Ham e Lazio. E non a caso gli Hammers hanno totalizzato 9 punti nelle ultime 3 partite. Felipe Anderson si è caricato sulle spalle il West Ham…