“Sai twerkare?”

Doveva essere uno dei momenti più belli di tutto l’anno, l’assegnazione del primo Pallone d’Oro Femminile, e ha rischiato di essere invece rovinato da una battuta stupida e sessista. Si, stiamo parlando proprio dell’incidente occorso tra il DJ Martin Solveig e la calciatrice Ada Hegerberg.

Ricapitoliamo i fatti: la 23enne giocatrice svedese dell’Olympique Lione è la prima calciatrice ad assicurarsi il Pallone d’Oro, dopo una stagione strepitosa coronata con la vittoria della Champions League contro il Wolfsburg. Al secondo posto si è classificata la danese Pernille Harder, giocatrice del Wolfsburg, in Germania, mentre al terzo posto c’è la centrocampista tedesca Dzenifer Marozsan, sempre dell’Olympique Lione. La Marozsan si è poi rifatta venendo nominata dall’International Federation of Football History & Statistics miglior playmaker dell’anno, battendo la brasiliana Marta con uno scarto di 6 voti e succedendo all’olandese Lieke Martins.

Durante la cerimonia di premiazione una emozionata e bellissima Hegerberg ha salutato il pubblico e ringraziato tutti: “Voglio ringraziare le mie compagne di squadra perchè senza di loro questo non sarebbe stato possibile, l’allenatore e il nostro presidente Jean-Michel Aulas. Voglio inoltre ringraziare France Football, questo è un grande passo per il calcio femminile. È una grande motivazione a continuare a lavorare duro e insieme al team vinceremo altri titoli. Voglio concludere con alcune parole per le giovani ragazze di tutto il mondo: credete in voi stesse”.

Proprio dopo la premiazione, però, il famoso dj e produttore francese Martin Solveig, si è rivolto alla Hegerberg, chiedendole se sapesse “twerkare per fare un piccolo siparietto. La giocatrice ha risposto con un imbarazzato “no” e ha poi lasciato il palco visibilmente seccata. Ovviamente, dopo si è scatenato un putiferio: in tantissimi sui social media hanno attaccato Solveig, tra cui il tennista scozzese Andy Murray che su Instagram ha scritto: “Un altro esempio del ridicolo sessismo che ancora esiste nello sport”.

Solveig è stato praticamente costretto a fare mea culpa su Twitter: “Mi scuso con chiunque possa essersi sentito offeso. Era uno scherzo, probabilmente di cattivo gusto, e per questo voglio scusarmi. Ho chiarito con Ada e ha capito che si trattava di uno scherzo”. La stessa vincitrice del Pallone d’Oro ha confermato di avere ricevuto le sue scuse: “Lui dopo mi si è avvicinato ed era veramente molto dispiaciuto che fosse andata così. Sul momento non ci ho pensato e non ritengo siano delle molestie sessuali. Mi ha fatto solo piacere ballare e festeggiare la vittoria del Pallone d’Oro, onestamente”.

Io benedirò il giorno in cui, parlando di calcio femminile, non dovrò più riportare notizie del genere. Non ho altro da aggiungere.

Condividi
Parte-nopeo e parte bolognese, ha collaborato a vari progetti editoriali e sul web (Elisir, Intellego, Melodicamente). Ha riscoperto il piacere del calcio guardando quello femminile.