Fantacalcio Serie A 2018/19: i consigli su chi evitare nella 13/a giornata

Fare la formazione prima del primo anticipo di Serie A è uno dei riti sacri per il fantacalcista. Quello è il momento dei dubbi, delle certezze, delle scelte. Mettere tizio in campo e lasciare caio in panchina può rivelarsi la scelta azzeccata o una mossa scellerata. E ci sono tante varianti da tener conto: intanto, bisogna sapere chi è destinato a saltare il turno di campionato (squalificati, infortunati e non convocati), per i restanti, occorre valutare come hanno vissuto la settimana di allenamenti e gli incroci che regala loro il calendario. Poi è un mix di fantasia, intuito, coraggio e una buona dose di fondoschiena. Ma la fortuna va aiutata e per questo, con umiltà, vi lasciamo qualche consiglio su chi evitare, consapevoli che, inevitabilmente, accadrà di essere smentiti dai fatti. Ma questo, d’altronde, è il bello del Fantacalcio!

POLLICE GIÙ – Per prima cosa gli assenti, non vorrete sprecare le sostituzioni schierando giocatori che sicuramente non prenderanno voto, vero? Intanto, ci sono 5 squalificati in vista della 13/a giornata: a parte il solito Calaiò, salteranno il turno Brozović, Linetty, Rincón e Higuaín. Oltre a questi e ai lungodegenti, c’è una serie importante di infortunati recenti (gli impegni delle Nazionali in questo senso hanno lasciato degli strascichi): De Rossi, Bernardeschi, Vrsaljko, Dalbert, Adjapong, Germán Pezzella, Verdi, Jaroszyński, Pucciarelli, Romagnoli, Musacchio, Bonaventura e Barreto. Infine, la solita interminabile conta dei giocatori in dubbio: Barák, Manolas, Luca Pellegrini, Kolarov, Khedira, Pjanić, Vicari, Fares, Molinaro, Soddimo, Ciano, Gobbi, Di Gaudio, Berardi, Cacciatore, Tomović, Lucas Leiva, Sandro, Ekdal, Klavan, Farias e Ola Aina.
Il portiere che ci convince meno alla vigilia della tredicesima di campionato è l’udinese Musso: sarà lui a difendere, si fa per dire, la porta della flop 11. Nonostante il cambio in panchina, la gara contro la Roma di Džeko non ci fa pensare in positivo: gol in vista per chi ha puntato sull’argentino. I tre sconsigliati della retroguardia, invece, sono Romagna (ballottaggio con Pisacane e il quasi ristabilito Klavan), Rossettini (è un voto sicuro, ma la trasferta al San Paolo fa paura. E non crediamo alla barzelletta che il Napoli sarà distratto dall’imminente gara di Champions) e Ceccherini (sostituirà Pezzella a Bologna, ma non si sarà arrugginito dopo tanta panchina?). Linea a quattro a centrocampo, con il viola Gerson (gara non scontata al Dall’Ara, in più il brasiliano è, come al solito, in ballottaggio con Fernandes), il nerazzurro Nainggolan (molto probabilmente Spalletti risparmierà il belga in vista della fondamentale trasferta inglese contro il Tottenham), il rossonero Bakayoko (da panchinaro fisso a titolare: l’emergenza in casa Milan gli ha spalancato le porte della titolarità, ma la trasferta a Roma contro la Lazio, oltre a non nascere sotto buoni auspici, risulterà realmente impegnativa) e il blucerchiato Ramírez (decisamente in ombra in questo primo terzo di campionato, nel derby della Lanterna si profila l’ennesima panchina per lui). Per concludere, un attacco con scarse probabilità di trovare il +3: Sau sta attraversando ormai una crisi senza fine (a sua parziale discolpa c’è da dire che gioca poco e niente), Campbell se la vedrà con Škriniar e compagni in un match impossibile per il Frosinone, infine Petagna, che sarà di scena all’Allianz Stadium, in una partita che difficilmente questa Juventus si permetterà di sbagliare.

I CONSIGLI SU CHI SCHIERARE NELLA 13/A GIORNATA DI SERIE A

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina.