Serie C, Girone A – Il riepilogo della 12/a giornata

La 12/a giornata del Girone A di Serie C segna, innanzitutto, la quinta vittoria di fila su cinque gare disputate della Virtus Entella. I liguri, in svantaggio alla fine del primo tempo contro l’Alessandria, centrano il successo grazie a una ripresa a dir poco strepitosa e ai gol di Nizzetto e Caturano: decisivo soprattutto quest’ultimo che entra e mette a segno una doppietta nel finale che consente agli uomini di Boscaglia di proseguire la propria marcia a punteggio pieno.

Vince la Pro Vercelli in Sardegna contro l’Arzachena: anche i piemontesi conquistano i tre punti nel secondo tempo, dopo essere andati al riposo sull’1-1, in virtù dello splendido gol in diagonale di Gatto sugli sviluppi di un calcio piazzato e di Tedeschi. Inciampa, invece, tra le mura amiche il Pisa contro i Bianchi di Olbia ai quali la cura Carboni fa subito effetto: un gol per parte firmati da Zammarini da un lato e Ogunseye dall’altro.

Pesanti successi esterni per la Robur Siena sul campo della Lucchese e del Pontedera su quello della Juventus U23. Pirotecnico 2-3 tra le Pantere di Lucca e i Bianconeri di Siena che vanno negli spogliatoi sul 2-2; poi, nel finale De Feo sbaglia clamorosamente il rigore che avrebbe consentito ai padroni di casa di portarsi in vantaggio e gli uomini di Mignani colpiscono con Fabbro e portano a casa l’intera posta in palio. I Granata di Maraia sbancano il “Moccagatta” per 2-1 e centrano il primo successo in trasferta della stagione: i gol decisivi, tutti nel corso della prima frazione, portano la firma di Tommasini e Pinzauti.

Tornano a sorridere la Pistoiese, che era a secco di vittorie da tre turni, e il Pro Piacenza, che non vinceva da quattro giornate. Gli Arancioni liquidano con il più classico dei risultati addirittura la capolista Piacenza con grande cinismo e concretezza, trasformando le occasioni capitate; per gli emiliani una gara da dimenticare, condizionata in particolare dal rigore sbagliato da Romero e l’incrocio dei pali colpito da Di Molfetta. Il Pro, invece, regola 2-1 la Pro Patria grazie alla doppietta dell’ex Messina e Siracusa Filippo Scardina. Il Piacenza, comunque, resta al primo posto in virtù del pirotecnico pareggio nel posticipo tra Arezzo e Carrarese.

Termina a reti inviolate il derby tra Cuneo e Novara al tremine di una gara tutt’altro che emozionante.

Serie C, Girone A – 12/a giornata
Domenica 18 e lunedì 19 novembre 2018
Arezzo-Carrarese  2-2  21′ Basit (A), 35′ Tavano (C), 52′ Persano (A), 90’+2 Piscopo (C)
Arzachena-Pro Vercelli  1-3  31′ Comi (P), 41′ Sanna (A), 56′ Gatto (P), 58′ Tedeschi (P)
Cuneo-Novara  0-0
Gozzano-Albissola  1-0  84′ Libertazzi
Juventus U23-Pontedera  1-2  14′ Beruatto (J), 38′ Tommasini (P), 43′ Pinzauti (P)
Lucchese-Robur Siena  2-3  10′ Gliozzi (R), 16′ Guberti (R), 21′ Madrigali (L), 37′ Sorrentino (L), 82′ Fabbro (R)
Pisa-Olbia  1-1  61′ Zammarini (P), 64′ Ogunseye (O)
Pistoiese-Piacenza  2-0  19′ rig, 56′ Luperini
Pro Piacenza-Pro Patria  2-1  20′ Scardina (Ppc), 23′ Gucci (Pp), 86′ Scardina (Ppc)
Virtus Entella-Alessandria  3-1  35′ Gjura (A), 60′ Nizzetto (V), 84′, 88′ Caturano (V)

La classifica dopo la 12/a giornata
Piacenza **22
Arezzo21
Carrarese21
Pisa *18
Pro Vercelli @17
Virtus Entella #15
Gozzano14
Aurora Pro Patria *13
Pontedera *13
Pro Piacenza ***12
Alessandria *12
Olbia *12
Cuneo *12
Robur Siena ***11
Juventus U2311
Novara ***10
Pistoiese **10
Arzachena *8
Albissola8
Lucchese *5
Penalizzazioni: Lucchese -11; Cuneo -3; Arzachena, Pro Piacenza -1. # Sette partite in meno; @ Quattro partite in meno; *** Tre partite in meno; ** Due partite in meno; * Una partita in meno
Condividi
Giornalista, appassionato di storia, letteratura, calcio e mediani: quegli “omini invisibili” che rendono imbattibile una squadra. Il numero 8 come fisolofia di vita: grinta, equilibrio, altruismo e licenza del gol.