Fantacalcio Serie A 2018/19: i Top 4 della 12/a giornata

Scopriamo assieme quali sono stati i quattro migliori giocatori in ottica Fantacalcio dopo la 12/a giornata del campionato di Serie A 2018/19.

Porta – Wojciech Szczęsny (Juventus): l’ha spizzata quanto basta nell’occasione del rigore di Higuaín, mandando il destro del Pipita sul palo e dando ufficialmente inizio alla sua serata da incubo. Considerando che eravamo sullo 0-1, la parata è a dir poco decisiva, sia in termini pratici, sia dal punto di vista mentale, perché è stata una mazzata per la truppa rossonera. Doppia cifra, dunque, per il polacco, che aggiunge 3 punti di bonus a un voto puro che non scende al di sotto del 7. Mica male per un portiere e un bel modo per scacciare via le critiche piovute dopo la gara di Champions contro il Manchester.

Difesa – Gianluca Mancini (Atalanta): terzo gol consecutivo per il giovane difensore della Dea, e stavolta arriva sull’1-1 contro una squadra, l’Inter, che raramente subisce reti su calcio piazzato. Eppure, il ragazzo è salito in cielo, in mezzo a Škriniar e Miranda, trasformando in oro il cross pennellato da Iličič. Senza dimenticare che nel finale del primo tempo, sempre di testa, aveva già sfiorato il bersaglio grosso. E pazienza se ha provocato il rigore del momentaneo 1-1, questo ragazzo ha stoffa e se continua così farà tanta strada. Intanto, terzo +3 consecutivo e voto 7 pulito pulito. Chapeau.

Centrocampo – Fabián Ruiz (Napoli): Ancelotti, nell’intervallo della gara contro il Genoa e sul risultato di 1-0 per il Grifone, mette in campo lo spagnolo e Mertens. E mai doppio cambio fu più azzeccato: assist del belga, +3 di Ruiz, di sinistro a giro, quasi un rigore in movimento. Niente male per questa scoperta della dirigenza partenopea, che è già al secondo centro nella massima serie. Voti che ballano tra il 7 (Gazzetta) e il 7.5 (Fantagazzetta e Corriere dello Sport), più 3 punticini di bonus che fanno luccicare gli occhi a chi ha puntato su di lui.

Attacco – Stephan El Shaarawy (Roma): doppietta magica per uno che, zitto zitto, è già a quota 5 in campionato. Il primo dei due gol, quello del momentaneo 3-0, è una perla di rara bellezza, da vedere e rivedere: destro a giro che disegna una traiettoria magica, con la palla che si infila proprio là dove Audero non può arrivarci. Il secondo gol personale, invece, è facile facile, ma fa sì che sia lui il vero top di questa giornata: 7.5 di voto e 6 punti di bonus. Attenzione, il Faraone è tornato.

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina.