Campionati Europei 2018, Simona Quadarella è oro nei 1500 stile libero

Simona Quadarella è la nuova sirena del nuoto italiano. Dopo il successo di qualche giorno fa negli 800 stile libero, con il nuovo primato nazionale strappato alla sua concittadina Alessia Filippi, la nuotatrice romana si è presa il titolo europeo pure nei 1500. Battute la tedesca Kohler e l’ungherese Kesely in una prova dominata, che l’ha vista migliorare anche in questa occasione il primato nazionale. La Quadarella autentica regina della lunga distanza, specialità che nel nuoto ci ha già regalato in passato grandi soddisfazioni in campo maschile con Gregorio Paltrinieri.

Quello della Quadarella è stato un percorso di crescita verso il trionfo; titoli iridati ed europei a livello giovanile, poi il bronzo ai mondiali di Budapest lo scorso anno nei 1500: un chiaro segnale della sua forza. La piscina di Glasgow l’ha consacrata e ora è attesa in futuro per potersi ripetere, magari per andare a caccia di qualche oro ancora più prestigioso. La giornata è stata ricca di medaglie sia nel nuoto che nelle altre discipline. Nei 100 dorso Carlotta Zofkova ha strappato il bronzo con il nuovo primato italiano, poi tante finali centrate tra cui quella dei 100 stile libero con una Federica Pellegrini che da pochi giorni ha festeggiato il suo trentesimo compleanno.

Prima medaglia per tuffi e mountain bike. Nei tuffi il calabrese Giovanni Tocci è terminato sul secondo gradino del podio nel trampolino da un metro: l’aria britannica gli fa bene visto che due anni fa a Londra fece lo stesso risultato. Nel cross country della mountain bike Luca Braidot è argento dietro lo svizzero Forster. Nella stessa gara Fontana chiude in ottava posizione. Infine il nuoto sincronizzato che oggi ha chiuso il programma con le ultime tre gare e con altrettante medaglie azzurre: Linda Cerruti argento nel programma libero del singolo, Manila Flamini e Giorgio Minisini argento nel programma libero del duo misto, infine la coppia Cerruti-Ferro bronzo nel programma libero. Il bottino è soddisfacente: nove medaglie azzurre in nove gare, mentre davanti la Russia si prende otto titoli continentali.

Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal.