UFFICIALE – Sunderland, Moyes non è più l’allenatore

David Moyes non è più l’allenatore del Sunderland. L’ufficialità p stata riportata poco fa proprio dal sito ufficiale dei Black Cats, con il tecnico scozzese che ha rescisso consensualmente il contratto in giornata: un addio quasi inevitabile dopo la terribile stagione dei biancorossi, retrocessi in Championship dopo dieci anni con un ultimo posto e appena 24 punti guadagnati.

Finisce dopo meno di un anno, dunque, l’avventura di Moyes allo Stadium of Light: un’esperienza cominciata subito con grandi difficoltà e assai in ritardo, con lo scozzese che era stato repentinamente scelto dalla dirigenza per sostituire Allardyce (passato sulla panchina della Nazionale inglese) a pochi giorni dall’inizio della stagione con una preparazione lasciata a metà e una rosa non adeguata ad affrontare un campionato sempre più difficile come la Premier League. Tanto che erano bastati pochi mesi per accorgersi delle difficoltà dei Black Cats nel tenere il passo delle rivali, facendo così apparire nuovamente, ma con molta più forza rispetto al passato, lo spettro della retrocessione.

Nonostante il forte attaccamento alla tifoseria e alla piazza, Moyes non è riuscito nell’impresa di evitare ciò che ormai da anni sembrava inevitabile a tutti, ovvero l’addio alla Premier League. Un fallimento duro da accettare per lo scozzese, già reduce dalle sfortunate esperienze con Manchester United e Real Sociedad: erano stati proprio quei fallimenti a spingere l’ex Everton a ripartire dai bassifondi della Premier League, accettando una sfida molto, forse troppo complicata.

Nelle ultime conferenze stampa, lo scozzese aveva ripetuto più volte di voler proseguire anche in Championship con il Sunderland, con l’obiettivo di riportare subito la squadra in Premier League. Parole che avevano lasciato perplessi parecchi addetti ai lavori e ora puntualmente smentite dal comunicato dei biancorossi, decisi a cominciare un progetto con nuovo allenatore.

Condividi
Nato a Monza nel '95, ha tre grandi passioni: Mark Knopfler, la letteratura e il calcio inglese. Sogna di diventare giornalista d'inchiesta, andando a studiare il complesso rapporto tra calcio e politica.