Roma, poker e primato. Austria Vienna sconfitta 4-2

-

Austria Vienna e Roma, appaiate in classifica, cercano entrambe il primo posto solitario del girone. I giallorossi vanno sotto dopo appena due minuti ma, nel corso della prima frazione, ribaltano l’incontro con Džeko e De Rossi. Nella ripresa sono lo stesso attaccante bosniaco e Nainggolan ad arrotondare ulteriormente il risultato. Ininfluente il gol della bandiera di Grünwald.

L’avvio di partita è letteralmente scoppiettante: l’Austria Vienna passa in vantaggio dopo appena 120 secondi grazie al tocco sottomisura di Kayode, ma la Roma impatta subito la gara con Džeko, imbeccato da Bruno Peres. Sollevati dall’immediato pareggio, i giallorossi prendono coraggio, aumentando il forcing nella metacampo austriaca. Da un angolo battuto da Paredes, De Rossi approfitta di un pasticcio della difesa locale e regala ai suoi il momentaneo 1-2. La gara è piacevole e le due squadre si affrontano a viso aperto, ma di fatto il risultato rimane invariato fino al termine della prima ostilità.

Il secondo tempo comincia con la Roma ancora in avanti, alla ricerca del gol-sicurezza, ma nè El ShaarawyDžeko centrano il bersaglio. Il bosniaco si fa però perdonare al 65′, quando trafigge Hadžikić ribadendo in rete una sua precedente conclusione incocciata sul palo. Il definitivo colpo del k.o. arriva tredici minuti più tardi, quando Nainggolan sfrutta l’ennesima indecisione della retroguardia austriaca e deposita nell’angolino. Prima del fischio finale c’è ancora il tempo per il gol della bandiera austriaco, realizzato da Grünwald con un bel sinistro da fuori. In Austria finisce 2-4 per i giallorossi, che con questo successo agguantano il primato solitario del girone E.

AUSTRIA VIENNA-ROMA 2-4 (1-2)

Austria Vienna (4-2-3-1): Hadžikić; Stryger Larsen, Rotpuller, Filipović, Martschinko; Serbest (84′ Prokop), Holzhauser; Venuto (86′ Shradi), Grünwald, Felipe Pires; Kayode (71′ Friesenbichler). A disp.: Pentz, Vukojević, Stronati, Salamon. All.: Fink.
Roma (4-2-3-1): Alisson; Bruno Peres, Rüdiger, De Rossi, Juan Jesus; Paredes, Strootman; Perotti (84′ Iturbe), Nainggolan, El Shaarawy (71′ Gerson); Džeko. A disp.: Szczęsny, Fazio, Salah, De Santis, Marchizza. All.: Spalletti.
Arbitro: Estrada (Spagna)
Marcatori: 2′ Kayode (A), 5′ Džeko (R), 8′ De Rossi (R), 65′ Džeko (R), 78′ Nainggolan (R), 89′ Grünwald (A)
Note – Ammoniti: Kayode, Martschinko, Grünwald (A); De Rossi, Rüdiger, Strootman (R)

Simone Galli
Simone Galli
Empolese e orgoglioso di esserlo, ha cominciato ad amare il calcio incantato dal mito di Van Basten. Amante dei viaggi, giocatore ed ex insegnante di tennis, attualmente collabora con pianetaempoli.it.

Quella rovesciata vale!

  Alla 'tedesca', classico gioco di calcio infantile da giardinetti, era il gol che contava di più. A seconda dei parametri, valeva dieci, quindici o...
error: Content is protected !!