Fabbro e Leccese affondano il Prato, alla Lupa Roma gara 1 del playout

dal nostro inviato allo stadio “Quinto Ricci” di Aprilia.

Tutto in 180 minuti per Lupa Roma e Prato, che si affrontano ad Aprilia nell’andata dei playout salvezza, girone B. Chiamati ad ottenere un risultato migliore degli avversari, nelle due gare, per rimanere in Lega Pro, i ragazzi di Di Michele centrano un pesantissimo 2-0 griffato dalle reti di Fabbro e Leccese. Al Prato, tra sette giorni, servirà ora vincere con almeno due gol di scarto.

Il primo squillo della gara è della Lupa Roma, che al 5′ porta alla conclusione dal limite dell’area Zappacosta dopo una fuga di Fofana, ma il numero 8 dei laziali non trova di poco la porta. Con il passare dei minuti il Prato assume il comando delle operazioni, rendendosi pericoloso con la legnata da trenta metri di Gabbianelli al 16′ (attento Anedda), e con due nitide occasioni da rete che Moncini getta però alle ortiche. Nel finale di tempo la Lupa Roma torna ad affacciarsi in avanti, senza però sfondare: all’intervallo, si va sullo 0-0.

Anche nel secondo tempo la Lupa Roma parte forte, e trova al 52′ la svolta della gara: Ghidotti, già ammonito, stende Malaccari e viene espulso, con Perrulli che trasforma la punizione che segue nell’assist vincente per la testa di Fabbro, che fa esplodere il Ricci. Il Prato sbanda, e la Lupa sfiora il raddoppio con D’Agostino e Tajarol senza però trovare il gol; sul versante opposto, ridotto in 10, il Prato sembra potersi “accontentare” dello 0-1, ma non fa i conti con Leccese, che entrato da 60 secondi trova in mischia di testa il gol che chiude la contesa. Chiude, perchè al minuto 93′ Moncini si fa parare da Anedda il rigore che poteva cambiare il senso della gara di ritorno; finisce 2-0 per la Lupa Roma, che centra il successo che potrebbe valere una stagione. A Malotti, tra sette giorni, servirà decisamente un altro Prato.

LUPA ROMA-PRATO 2-0 (0-0)

Lupa Roma (4-3-3): Anedda 8; Daffara 6.5, Sfanò 6.5, Fabbro 7, Pasqualoni 6; Zappacosta 6.5, D’Agostino 6.5, Malaccari 7.5 (79′ Belkaid sv); Tajarol 6 (75′ Leccese 7), Fofana 6.5, Cristiano 5 (51′ Perrulli 7). A disp.: Di Mario, Losi, Silvagni, Sembroni, Ferrari, Tulli, Cianfriglia. All.: Di Michele 7.
Prato (3-5-2): Rossi 5.5; Corvesi 5, Ghidotti 5, Ghinassi 6, Eguelfi 6; Catacchini 5.5, Gabbianelli 6.5 (83′ Benucci sv); Moncini 4, Serrotti 6 (59′ Boni 6); Capello 5.5 (52′ Gaiola 5), Ogunseye 5. A disp.: Bardini, Rigoberto, Malotti, Lucarini, Regolanti, Cela. All.: Malotti 5.
Arbitro: Tardino di Milano.
Marcatori: 53′ Fabbro, 76′ Leccese.
Note – Ammoniti: Tajarol, Leccese (L); Capello, Corvesi, Ogunseye (P). Espulso: Ghidotti (P) al 53′ per doppia ammonizione.

Condividi
Nato a Roma nel 1989, si avvicina al calcio grazie all’arte sciorinata sui campi da Zidane. Nostalgico del “calcio di una volta”, non ama il tiki-taka, i corner corti e il portiere-libero.