Nibali: “Nessuno può associarmi ai casi di doping”

-

Vincenzo Nibali non ci sta e va all’attacco. Dopo il nuovo caso di doping all’Astana, il campione siciliano ribadisce la sua estraneità alla Gazzetta dello Sport: “Se qualcuno mi associa a questi casi, non capisce nulla. Sono quattro imbecilli che con me non c’entrano nulla. L’ultimo caso l’ho appreso guardando internet. Da due giorni avevo il computer spento e facevo meglio a non accenderlo. Il comportamento di questa gente mi fa cadere le braccia. Spero solo che chi governa il ciclismo gliela faccia pagare cara e salata”.

Lo Squalo rincara la dose: “Io mi auguro che li becchino tutti i dopati. Se ne prendono altri dieci, sono contento. Vuol dire che i controlli che ci sono e che facciamo funzionano. Il problema non è certo mio. Io penso a me stesso e sono a posto con la coscienza. Di certo non posso rispondere per le loro colpe. Poi i due corridori della squadra Continental non so neppure che faccia abbiano”.

 

Simone Galli
Simone Galli
Empolese e orgoglioso di esserlo, ha cominciato ad amare il calcio incantato dal mito di Van Basten. Amante dei viaggi, giocatore ed ex insegnante di tennis, attualmente collabora con pianetaempoli.it.

MondoPallone Racconta… La Juventus e le altre cinquine tricolori

La Juventus ha appena conquistato il tricolore, il quinto consecutivo, entrando una volta di più nella storia del calcio italiano. Questa formidabile cinquina ottenuta...
error: Content is protected !!