Verso Brasile 2014: l’Arena Fonte Nova di Salvador

A circa un mese dal via della fase finale dei Mondiali di Brasile 2014, iniziamo la nostra marcia di avvicinamento al calcio d’inizio con la presentazione delle città ospitanti e dei relativi impianti, in cui si disputeranno le 64 partite del torneo. Questo è il turno dell’Arena Fonte Nova di Salvador.

LA CITTÀ OSPITANTE: Salvador (BA)

salvador-bahia-brasile-wiki-pp

Principale centro economico del nord-est del Brasile, Salvador è la capitale dello stato di Bahia e, con poco più di 2,6 milioni di abitanti, la terza città verdeoro più popolosa dopo San Paolo e Rio de Janeiro. Fondata con il nome di São Salvador da Bahia de Todos os Santos il 29 marzo 1549 da Tomé de Sousa per ordine della Corona Portoghese, oltre a essere la prima città brasiliana è stata anche capitale del paese per ben 214 anni, dal 1549 al 1763.

L’essere una delle città più antiche di tutto il “nuovo mondo” ha contribuito a fare di Salvador uno dei poli principali del Sud America per il commercio degli schiavi. La naturale conseguenza fu che la città baiana crebbe sotto l’influenza portoghese, africana e indigena, contribuendo a creare il clima di diversità culturale che ancora oggi caratterizza la città. Definita in passato come la Roma Negra o Meca da Negritude, la capitale baiana è il centro della cultura afro-brasiliana e la seconda città al mondo per numero di discendenti africani dopo New York.

Il suo centro storico, di cui il quartiere Pelourinho è simbolo, è famoso per l’architettura coloniale portoghese con monumenti storici datati dal XVII al XIX secolo e dichiarati patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Seconda meta turistica del Brasile dopo Rio, Salvador – oltre che per le sue bellezze architettoniche – è conosciuta per il suo carnevale, considerato dal Guinness World Record il più importante al mondo, e per le sue 365 chiese cattoliche, una per ogni giorno dell’anno.

TRADIZIONI CALCISTICHE

Forte è la passione per il calcio a Salvador: tanto seguito non ha però grossi riscontri a livello di risultati. I due principali club della città infatti, il Bahia e il Vitória, sono sì i più vincenti dello stato, rispettivamente con 45 e 27 campionati statali, ma a livello nazionale solo il Bahia può vantare trionfi grazie ai due titoli nazionali vinti nel 1959 e nel 1988. Il Vitória, al contrario, oltre a essere tra i più vecchi del Brasile (fondato nel 1901) ha anche il poco invidiabile record di essersi laureato vice campione sia in Série A, B, C che nella Copa do Brasil. Il clássico tra le due squadre, chiamato Ba-Vi, è andato in scena ben 468 volte con il Bahia avanti per 177 successi a 147.

LO STADIO: Arena Fonte Nova

Capienza: 48747 spettatori
Capienza: 48747 spettatori

L’Arena Fonte Nova, ufficialmente Estádio Octávio Mangabeira, è stato il palcoscenico dei principali incontri di calcio dello stato baiano, come il sopracitato derby Ba-Vi. Il vecchio stadio, inaugurato il 28 gennaio 1951, è stato utilizzato fino al 2007, per poi essere demolito nel 2010.

La nuova struttura, oltre ad aver mantenuto le caratteristiche originali, ha in aggiunta una leggera copertura metallica, un ristorante panoramico e un museo del calcio. Inoltre, il complesso prevede hotel, negozi e una sala per concerti. Per i Mondiali di Brasile 2014 avrà una capienza di 48747 spettatori. È stato inaugurato il 7 aprile 2013 proprio in occasione di una sfida tra Bahia e Vitória, valida per il campionato baiano e terminata 1-5: la prima rete nel nuovo stadio è stata realizzata su rigore da Renato Cajá, giocatore del Vitória.

L’Arena Fonte Nova è stato uno dei sei stadi utilizzati per la Confederations Cup 2013: a Salvador si sono disputate le sfide tra Nigeria e Uruguay (1-2), tra Italia e Brasile (2-4) e la finalina per il terzo posto tra Uruguay e Italia, terminata 2-2 e vinta dagli azzurri ai calci di rigore.

LE PARTITE

All’Arena Fonte Nova si disputeranno sei partite dei Mondiali, quattro della fase a gironi, un ottavo e un quarto di finale. Proprio il quarto in programma a Salvador il 5 luglio potrebbe vedere protagonista l’Italia, nel caso in cui gli azzurri vincano il Girone D e superino i successivi ottavi.

13/06/2014, ore 21:00; Spagna-Olanda (Girone B)
16/06/2014, ore 18:00; Germania-Portogallo (Girone G)
20/06/2014, ore 21:00; Svizzera-Francia (Girone E)
25/06/2014, ore 18:00; Bosnia ed Erzegovina-Iran (Girone F)
01/07/2014, ore 22:00; 1ª Gir. H-2ª Gir. G (Ottavi)
05/07/2014, ore 22:00; Vincente 1ª Gir. B-2ª Gir. A vs Vincente 1ª Gir. D-2ª Gir. C (Quarti)

banner-guida-ai mondiali-copyright-mondopallone-by-michael-paci-vietato-utilizzo-non-autorizzato

STADI – CITTÀ – TRADIZIONI CALCISTICHE – PROGRAMMA PARTITE
Capienza: 76804 spettatori Capienza: 68009 spettatori Capienza: 65807 spettatori Capienza: 64846 spettatori
Rio de Janeiro Brasilia San Paolo Fortaleza
Capienza: 62254 spettatori Capienza: 48849 spettatori Capienza: 48747 spettatori Capienza: 44248 spettatori
Belo Horizonte Porto Alegre Salvador Recife
Capienza: 42968 spettatori Capienza: 42374 spettatori Capienza: 42086 spettatori Capienza: 41456 spettatori
Cuiabá Manaus Natal Curitiba

banner-guida-ai mondiali-copyright-mondopallone-by-michael-paci-vietato-utilizzo-non-autorizzato

Condividi
Nato a Porto San Giorgio nel 1983, gira gli impianti del centro Italia come Match Reporter (basket, calcio e volley) per Perform Group. Polemico per natura e critico per vocazione.