Grecia: l’OFI non si arrende, per Tamudo scende in campo il presidente

Raul Tamudo è un obiettivo di mercato dell’OFI, come vi avevamo anticipato nei giorni scorsi. La squadra di Creta si sta muovendo in maniera egregia sul mercato e, pur non potendo spendere nulla oltre agli ingaggi, ha assemblato una rosa che regalerà soddisfazioni alla sua caldissima torcida, che ha quasi riempito lo Yedi Kule alla prima di campionato. La ciliegina sulla torta sarebbe l’arrivo dell’ex colonna dell’Espanyol, che porterebbe esperienza alla giovane formazione e ancora più entusiasmo all’ambiente.

Sono sorti però più problemi rispetto al previsto. Non solo quelli di carattere economico, con l’attaccante che chiede uno stipendio troppo alto rispetto a quando l’OFI si possa permettere, ma anche di carattere familiare. L’attaccante, infatti, non è convinto di trasferirsi con la famiglia in pianta stabile a Heraklion. Ecco allora scendere in campo in prima persona il presidente Manthos Poulinakis, che si recherà in Spagna nei prossimi giorni per parlare direttamente a quattr’occhi con il quasi trentaseienne.

Condividi
Pavese classe '91, laureato in scienze politiche, per lui lo sport è uno specchio su cui si riflette la storia di un popolo. Stregato dal calcio inglese e greco, ama la politica, l'heavy metal e il whiskey.