Rugby League European Shield: Italia autoritaria sulla Russia (38-18)

-

Lo scorso fine settimana ha visto il movimento del rugby league italiano vivere un momento importante di crescita. In quel di Este (Padova), la nazionale azzurra ha infatti sconfitto con ampio margine la Russia (38-18). 20 punti di margine, al fischio finale, con molte mete e una prevedibile soddisfazione.

Priva dei migliori elementi, impegnati nei campionati di massimo livello fra Inghilterra e Australia, l’Italia si è presentata al primo appuntamento di questo European Shield 2013 con una selezione di giocatori provenienti dal campionato italiano, oltre che da quello francese.

In cronaca, gli azzurri apre le marcature al 4′ con Fontana, il cui exploit è bissato poco dopo da Ilinca. Le mete di Saltonstall (20′), Celerino (25′), Vitalini (29′) e De Meyer (33) sommergono la Russia, che non reagisce offensivamente, almeno fino alla fine del primo tempo.

Al rientro dagli spogliatoi, meta ospite con Ososkov al 46′, ma il gap è già ampio. Grigorev accorcia le distanze al 69′ ma nell’ultimo quarto di gara l’Italia va ancora oltre con Nasso, al 63. Chiude i conti l’ultima segnatura della Russia, firmata Lysokon.

Gioia è stata espressa dal coach degli azzurri Paul Broadbent, che al sito ufficiale della Rugby League European Federation si è detto soddisfatto: “abbiamo giocato un rugby davvero buono. Ci siamo preparati anche e soprattutto in vista della Coppa del Mondo e ognuno dei ragazzi sapeva e sa che, per chi gioca bene, possono esserci possibilità di far parte della squadra definitiva. I nostri giocatori si sono dimostrati coinvolti e in generale volevano e vogliono far bene nello Shield“.

ITALIA-RUSSIA 38-28

Mete Italia:
Fontana (4), Ilinca (9), Saltonstall (20), Celerino (25), Vitalini (29), De Meyer (33), Nasso (63)

Goals Italia:
Fontana 2/4, Peens 3/3

Mete Russia:
Ososkov (46), Grigorev (56), Lysokon (69)

Goals Russia:
Lysokon 3/3

Italia: Fabrizio Ciaurro, Octavian Ilinca, Christophe Calegari, James Saltenstall, Rodrigo Marchesi, Pierangelo Ceretti, Remi Fontana, Chris Vitalini, Ray Nasso (c), Cedric Prizzon, Gioele Celerino, Davide Rancati, Jonathon Marcinczak. Subs: Drake Muyodi, Chris De Meyer, Ivan Barani, Gert Peens
Russia: Maksim Suchkov, Rustam Bulanov, Igor Chuprin, Alexey Mikhaylov, Dmitriy Bratko, Aleksandr Lysokon (c), Eduard Ososkov, Konstantin Roschin, Vladimir Vlasyuk, Anatoly Grigorev, Vadim Fedchuk, Grigory Esin, Kirill Nechaev. Subs: Denis Chuprin, Sergey Beliavskiy, Alexey Nikolaev, Andrey Sevostianov

Arbitro: Andy Sweet (Inghilterra)

Rugby League European Shield – Risultati

Italia-Russia 38-28
Serbia-Russia 10-24
Serbia-Germania 46-10

Matteo Portoghese
Matteo Portoghese
Sardo classe 1987, ama il rugby, il calcio e i supplementari punto a punto. Già redattore di Isolabasket.it e della rivista cagliaritana Vulcano, si è laureato in Lettere con una tesi su Woody Allen.

MondoPallone Racconta… Germania in lutto per Ottmar Walter e Flohe, eroi...

Nei giorni scorsi la Germania calcistica ha perso due campioni del mondo, sebbene appartenenti ad epoche e vicissitudini distanti tra loro. Ottmar Walter ed...
error: Content is protected !!