Ottavi Coppa Svizzera: avanti tutte le favorite, il Sion sbanca San Gallo e vola ai quarti

La Coppa svizzera, con gli ottavi di finale, è ormai entrata nel vivo: l’aspetto folcloristico dei primi turni lascia il posto a quello più prettamente tecnico e agonistico, e le candidate alla finale devono stare attente a non sbagliare.

Gli impegni erano abbastanza agevoli per le prime della classe del massimo campionato: nelle sfide giocate mercoledì 31 ottobre, lo Young Boys ha regolato di misura lo Stade Nyonnais, formazione di Promotion League (rete di Sulejmani al 48′), mentre il Basilea, davanti a una Schützenwiese gremita (8.500 gli spettatori presenti), ha avuto ragione, sempre di misura, dei padroni di casa del Winterthur (gol di Widmer al 53′).

Lo Zurigo, detentore del trofeo, era invece impegnato nel derby con il Red Star Zurigo, squadra di Prima Lega Promotion, e ha indirizzato la partita a suo favore già nei primi minuti: al 27′, infatti, i biancoblù erano già sullo 0-3, in virtù delle reti di Khelifi (3′) e della doppietta dell’ex Lugano Ceesay (5′ e 27′). La formazio ne di Magnin ha quindi controllato, anche se con qualche affanno, il ritorno dei padroni di casa, in rete due volte nel prosieguo dell’incontro.

Molto più dura è stata la vita per il Thun, chiamato a passare sul campo del Wil, una delle quattro compagini in testa alla Challenge League. Ai bernesi, inchiodati sull’1-1 al termine dei tempi supplementari, sono infatti serviti i calci di rigore, per avere ragione dei bianconeri sangallesi. Un supplemento di fatica che non ci voleva: tuttavia, anche lo Xamax, prossimo avversario dei biancorossi, come sappiamo, ha dovuto disputare i supplementari a Lugano, e avrà gli stessi problemi.

Nella serata di stasera la chiusura del programma, con la partita più importante del turno tra due serie candidate alla vittoria finale, San Gallo e Sion, e con il Lucerna impegnato in Ticino, al Riva IV di Chiasso contro i Momò. A chiudere il turno, la partita tra le due squadre di Challenge League Rapperswil e Kriens.

I ticinesi sono caduti davanti ai favoriti svizzero centrali: dopo aver retto nella prima frazione, hanno subito al 61′ il gol di Knežević, sugli sviluppi di un calcio d’angolo e, 6′ più tardi, quello dell’australiano Juric. Nel finale hanno poi provato ad affacciarsi dalle parti di Zibung, senza successo.

L’altra squadra del Cantone Lucerna ancora in lizza, il Kriens, ha battuto nettamente in trasferta il Rapperswil: nei quarti, sarà l’unica a rappresentare la propria Lega.

Nella partita più importante, infine, il Sion ha confermato la sua grande tradizione in Coppa, passando al mai facile kybunpark di San Gallo, anche se di misura, e solo ai supplementari. Protagonista Kasami, autore di una doppietta (47′ e 99′): l’ex Bellinzona ha così voluto rispondere alle recenti esclusioni, frutto delle scelte tecniche di Yakin. Per il San Gallo, in rete invece il solito Sierro, al 57′, su calcio di rigore.

La competizione, ora, va in letargo sino a fine febbraio. Come da tradizione, il sorteggio è stato fatto in diretta televisiva al termine dell’ultima partita in programma, e di questo vi diamo conto sotto i risultati degli ottavi.

Ottavi Coppa svizzera: risultati

Rapperswil (ChL)-Kriens (ChL)  1-4  (0-1)
Wil (ChL)-Thun (RSL)  3-5 dcr (1-1 dts)
Winterthur (ChL)-Basilea (RSL)  0-1  (0-0)
Chiasso (ChL)-Lucerna (RSL)  0-2  (0-0)
San Gallo (RSL)-Sion (RSL)  1-2 dts  (0-0)
Red Star Zurigo (1a)-Zurigo (RSL)  2-3  (1-3)
Lugano (RSL)-Xamax (RSL)  3-1 dts (0-0)
Stade Nyonnais (PL)-Young Boys (RSL)  0-1  (0-0)

(Legenda: RSL Super League, ChL Challenge League, PL Promotion League, 1a Prima Lega)

Quarti di finale (27/28 febbraio)

Zurigo-Kriens
Sion-Basilea
Lucerna-Young Boys
Thun-Kugano

 

Condividi
Da bambino si innamorò del calcio vedendo giocare a San Siro Rivera e Prati. Milanese per nascita e necessità, sogna di vivere in Svezia, e nel frattempo sopporta una figlia tifosa del Bayern Monaco.