Rugby League, segnali positivi dall’Italia under 19

38-20 alla Serbia under 19 nel match di preparazione al playoff con l'Ucraina

255

Ottima prima uscita casalinga dell’Italia under 19 di rugby league, che nel pomeriggio di domenica 13 maggio 2018 ha sconfitto in amichevole i pari età della Serbia con punteggio di 38-20.

Si giocava a Fogliano Redipuglia, una delle “capitali” del league azzurro e non è stato un battesimo assoluto per il rugby internazionale in Friuli Venezia Giulia. La cittadina foglianina ospiterà sabato 19 la super sfida di qualificazione all’Europeo di categoria tra azzurri e Ucraina.

In cronaca, è stata semplicemente una grande giornata di rugby league. I progressi mostrati sul campo dai ragazzi del ct Salvatore Pezzano sono evidentemente figli del lavoro svolto sul territorio con stage, raduni e attività di club, ma anche dell’abnegazione di un gruppo che non si è mai disunito.
Contro la Serbia, che ospiterà a Belgrado la kermesse continentale ed è una potenza in ascesa con un campionato ben strutturato e la novità di una lega “balcanica”, non era facile ma l’Italia League u19 non s’è fermata un attimo, meta dopo meta. Eccone la sequenza nel primo tempo: al 5′ Virzì con trasformazione di Mendosa, al 12′ Bartolini tr Mendosa e al 24′ meta Privitera. Il tutto senza mollare nella ripresa, per un tabellino ricco: al 2′ meta Dalmassi, al 12′ meta Bartolini tr Mendosa, al 22′ meta Laudani tr Mendosa, al 36′ meta Dalmassi tr Mendosa.


«Come non essere soddisfatto di questo risultato – commenta Salvatore Pezzano, commissario tecnico degli azzurrini – i ragazzi hanno giocato con grande determinazione e voglia di surclassare gli avversari e sul campo ho visto cose molto interessanti. Iniziamo molto bene questo ritiro che ci porterà a sfidare sabato prossimo, il 19 maggio, l’Ucraina League U19 nello spareggio per l’Europeo. Ora dobbiamo recuperare al meglio e lavorare tanto perché l’Europeo U19 vogliamo conquistarcelo».


«Siamo stati bravi a reagire dopo un inizio non facile – prosegue coach Pezzano – questa squadra è matura e ha voglia di giocare a XIII. Ora dobbiamo liberare la mente da questa gara e pensare solo a lavorare in vista dell’Ucraina. Sono fiducioso, ma non voglio sbilanciarmi; credo tanto in questo gruppo, ma ora voglio solo lavorare e preparare al meglio il playoff contro gli ucraini». 

ITALIA-SERBIA 38-20
Italia: Sciacca, Priviterà, Virzì, Dalmassi, Laudani, Arena, Mendosa, Rizzo, Cacopardo, Artale, Signorelli, Bartolini, Cenci, Lipera, Leotta, Ferrero, Di Sano. All.: Pezzano.
marcatori Italia League U19: al 5′ meta Virzì tr Mendosa, al 12′ meta Bartolini tr Mendosa, al 24′ meta Privitera; secondo tempo: al 2′ meta Dalmassi, al 12′ meta Bartolini tr Mendosa, al 22 meta Laudani tr Mendosa, al 36′ meta Dalmassi tr Mendosa.

Condividi
Sardo classe 1987, ama il rugby, il calcio e i supplementari punto a punto. Già redattore di Isolabasket.it e della rivista cagliaritana Vulcano, si è laureato in Lettere con una tesi su Woody Allen.