Serie C, primo turno playoff: Viterbese-Pontedera finisce 2-1

28

Nel primo match del primo turno dei play-off, la Viterbese non sbaglia e battendo il Pontedera accede al secondo turno. Agli uomini di Sottili bastano la punizione di Vandeputte e il colpo di testa di Baldassin, nel primo tempo, per eliminare i toscani già battuti una settimana prima nell’ultimo turno del Girone B. Nella ripresa, inutile il rigore messo a segno da Grassi, che fissa il risultato sul 2-1 ma non evita l’amaro finale al Pontedera, che ripartirà dalla Serie C anche nella prossima stagione.

RIVIVI IL NOSTRO LIVE MATCH

I play-off sono pronti a regalare spettacolo. 28 squadre si daranno battaglia per un unico e fondamentale obiettivo, quello che rappresenta la promozione in Serie B. Il primo turno si apre con la sfida tra Viterbese Castrense e Pontedera, che si sono affrontate meno di una settimana fa sempre all’Enrico Rocchi, nell’ultimo match di campionato che vide trionfare i padroni di casa per 1-0 grazie alla rete di Celiento. Ai laziali oggi basterebbe però anche un pareggio per qualificarsi al turno successivo, considerato il quarto posto in classifica conquistato dagli uomini di Sottili al termine della regular season. Dall’altra parte il Pontedera non starà di certo a guardare: i toscani avranno la possibilità di riscattare la sconfitta di quattro anni fa ai rigori contro il Lecce, ultima apparizione dei granata nel tabellone dei play-off.

A partire meglio è proprio la formazione di mister Maraia, consapevole di dover provare a fare la partita per giocarsi le chance di passaggio del turno: si spiega così l’approccio aggressivo al match e la prima conclusione dalla distanza di Corsinelli, fuori misura, dopo appena 30 secondi. I ritmi sono intensi e nessuna delle due squadre è intenzionata a lasciare spazi all’altra, a dimostrazione dell’importanza di questi 90 minuti per entrambe le compagini. Nel primo quarto d’ora infatti le emozioni sono davvero poche, lasciando spazio a tanta lotta in mezzo al campo. Nel frattempo la Viterbese prova ad uscire fuori dopo l’iniziale assedio dei toscani, e si rende pericolosa in due occasioni: nella prima circostanza i padroni di casa protestano con il direttore di gara per un contatto più che sospetto in area di rigore tra Jefferson e Borri, valutato non falloso; pochi minuti dopo arriva la prima conclusione nello specchio della porta affidata a Calderini, che non sorprende però l’attento Contini che blocca in due tempi. E solo il preludio al gol del vantaggio dei Gialloblù che arriva alla mezz’ora: la firma è di Vandeputte che calcia una splendida punizione dal limite d’area non lasciando chance all’estremo difensore granata, e spostando ancora di più l’ago della bilancia della qualificazione verso i suoi. Gli ospiti subiscono il colpo e dopo neanche dieci minuti subiscono la rete del 2-0, ancora una volta su calcio piazzato: dal corner battuto da Benedetti sbuca tutto solo sul secondo palo Baldassin, che ha il tempo di mirare e battere indisturbatamente di testa Contini. È il colpo del KO per i ragazzi di Maraia, che vanno al riposo sapendo di dover praticamente compiere un miracolo sportivo per non terminare a Viterbo la propria stagione, ribaltando addirittura un 2-0 che per i padroni di casa sa già di qualificazione al termine dei primi 45′.

Ad inizio ripresa il Pontedera sembra già aver alzato bandiera bianca e non riesce ad impensierire la difesa della Viterbese che al contrario, forte dell’importante vantaggio, gioca con sicurezza rischiando poco o nulla. L’undici di Sottili è padrone del campo e crea superiorità numerica soprattutto sulle fasce, costringendo i granata a commettere spesso fallo per arginare le scorribande di Calderini e compagni. Inoltre il risultato permette al tecnico dei Laziali di far rifiatare qualche pezzo pregiato, come Vandeputte e Baldassin, autori dei due gol, sostituiti pochi minuti prima del gol del 2-1 annullato a Maritato, reo secondo l’arbitro di aver spinto Atanasov prima di staccare di testa in maniera vincente sul cross di Posocco. I toscani hanno comunque la possibilità di accorciare al 67′, quando Raffini viene steso in area di rigore da Atanasov , procurandosi il penalty: sul dischetto si presenta Grassi, che spiazza Iannarilli firmando il 2-1 e riaccendendo qualche piccola speranza di rimonta. Proprio il numero 10 del Pontedera si crea dopo pochi minuti l’occasione per pareggiare la partita, ma il suo tiro potente e preciso dalla distanza viene neutralizzato da Iannarilli, che vola con la mano aperta e toglie la palla dall’incrocio dei pali. I toscani si fiondano dunque in attacco per provare l’impresa nei minuti finali, ma così facendo concedono inevitabilmente spazi alla Viterbese, che avrebbe la possibilità di chiudere la partita sul contropiede condotto da Calderini ma poi sprecato da Di Paolantonio, che calcia debole e centrale dal limite dell’area senza creare problemi a Contini. Nel giro di due minuti,a partire dal 81, i padroni di casa avrebbero altre due grandi occasioni ma sia il più De Sousa che lo stanco Calderini, calciano clamorosamente fuori a tu per tu con il portiere avversario. Poco cambia per i Gialloblù che riescono a mantenere il risultato fino al 94′ senza particolari sofferenze, anche grazie alle poche energie rimaste al Pontedera, che conclude di fatto la propria stagione. Finisce 2-1 per la Viterbese che accede al turno successivo e adesso sfiderà martedì la vincente del match tra Carrarese e Pistoiese.

VITERBESE-PONTEDERA 2-1 (2-0)

Viterbese (4-3-3): Iannarilli 6.5; Celiento 6.5, Atanasov 5.5, Sini 6, Peverelli 6; Baldassin (62′ Cenciarelli 6), Benedetti 6.5, Di Paolantonio 5.5; Vandeputte 7 (58′ De Vito 6), Jefferson 5.5 (62′ De Sousa 5.5), Calderini (87′ Zenuni sv). A disp.: Micheli, Pini, Pacciardi, Ngissah, Méndez, Sané, Pandolfi, Mosti. All.: Sottili 6.5.

Pontedera (3-5-2): Contini 6; Borri 5 (81′ Tofanari sv), Rossini 5.5, Risaliti 5; Posocco 6, Calcagni 5.5 (81′ Spinozzi sv), Caponi 5.5, Gargiulo 5 (54′ Maritato 6), Corsinelli 5.5 (70′ Vettori 6); Grassi 6.5, Pinzauti 5.5 (54′ Raffini 6.5). A disp.: Biggeri, Marinca, Romiti, Pandolfi, Ferrari, Frare. All.: Maraia 5.

Arbitro: Valiante di Salerno.

Marcatori: 29′ Vandeputte (V), 39′ Baldassin (V), 67′ rig. Grassi (P).

Note – Ammoniti: Risaliti (P), Atanasov (V).

Condividi
Giornalista e telecronista, classe '96. Vincitore del Workshop 2017 di Sportitalia, malato di calcio italiano e non. Innamorato dello sport in generale, seguo anche il volley ed il tennis.