Fantacalcio Serie A 2017/18: i consigli su chi schierare nella 37/a giornata

Fare la formazione prima del primo anticipo di Serie A è uno dei riti sacri per il fantacalcista. Quello è il momento dei dubbi, delle certezze, delle scelte. Mettere tizio in campo e lasciare caio in panchina può rivelarsi la scelta azzeccata o una mossa scellerata. E ci sono tante varianti da tener conto: intanto, bisogna sapere chi è destinato a saltare il turno di campionato (squalificati, infortunati e non convocati), per i restanti, occorre valutare come hanno vissuto la settimana di allenamenti e gli incroci che regala loro il calendario. Poi è un mix di fantasia, intuito, coraggio e una buona dose di fondoschiena. Ma la fortuna va aiutata e per questo, con umiltà, vi lasciamo qualche consiglio su chi schierare, consapevoli che, inevitabilmente, accadrà di essere smentiti dai fatti. Ma questo, d’altronde, è il bello del Fantacalcio!

POLLICE SU – Gli ultimi 180 minuti per decidere le sorti di una stagione. In molte delle vostre leghe i verdetti sono già definiti, ma in altre saranno proprio questi ultimi due turni di campionato a distribuire gioie e delusioni. La 37/a giornata comincia domani con due anticipi: alle 18 Benevento-Genoa, alle 20:45 Inter-Sassuolo. Domenica cinque gare al pomeriggio, fra cui Crotone-Lazio e Fiorentina-Cagliari, a seguire Atalanta-Milan alle 18, infine due gare in contemporanea alle 20:45: Samp-Napoli e Roma-Juventus.
Per quanto riguarda la top 11 di giornata, per i pali ci affidiamo al portierone nerazzurro Samir Handanović: la gara di San Siro contro un Sassuolo privo di motivazioni ci porta a pensare a un’Inter che ne uscirà vittoriosa e senza subire reti. Per quanto riguarda la retroguardia, i nomi caldi stavolta sono quelli di Widmer (a Verona l’Udinese non può sbagliare e un prezioso apporto alla causa arriverà anche dall’esterno svizzero), Tomović (al Dall’Ara per fare punti in chiave salvezza: il Chievo non può rischiare di subire e Nenad sulle palle inattive è sempre pericoloso) e Kolarov (un piacere vederlo giocare, nella supersfida contro la Juve darà anima e cuore, come sempre). In mezzo al campo, scegliamo ancora Iuri Medeiros (la trasferta a Benevento non è certo proibitiva per uno con la sua tecnica e il suo dribbling), Cristante (da buon ex rossonero proverà a lasciare il segno. L’Atalanta si gioca gran parte delle proprie ambizioni europee, e chissà che il Milan non accusi le fatiche e la delusione di Coppa Italia), Veretout (uno dei migliori centrocampisti del listone, lo schieriamo a occhi chiusi) e Felipe Anderson (Luis Alberto è infortunato, tocca a lui guidare l’assalto alla Champions). Infine, un tris di punte niente male: Icardi va schierato perché l’Inter è costretta a vincere, possibilmente con molti gol di scarto, e l’argentino sarà la sua arma principale (in ballo anche il titolo di capocannoniere, con Maurito che ha soltanto un gol in meno rispetto a Immobile), Simeone guiderà la Viola in casa contro il Cagliari con la speranza di piazzare tre punti importanti in chiave Europa League, infine il giovane Barrow, ennesima scoperta di un’Atalanta vicina a ottenere un’altra storica partecipazione alla prossima stagione di coppa.

I CONSIGLI SU CHI EVITARE NELLA 37/A GIORNATA

Condividi
Sardo di origini sicule, ama il calcio dalle “notti magiche” di Italia ’90. È laureato in Lingue con una tesi sulla lingua del calcio. Pubblicista, ha collaborato col periodico Vulcano e la tv sarda Videolina.