Serie C, Sicula Leonzio-Racing Fondi: 2-0 firmato Bollino e D’Angelo, i bianconeri sognano i playoff

dal nostro inviato allo stadio “Angelino Nobile” di Lentini

La Leonzio batte 2-0 il Racing Fondi grazie alle reti nella ripresa di Bollino e D’Angelo: se da una parte si avvicina la salvezza, dall’altra il sogno playoff è solo a pochi passi. 

La Serie C è giunta alla 33/a giornata e ogni gara diventa decisiva: la Leonzio per un posto nei playoff, il Fondi per raggiungere la salvezza. Questo il leit motiv, considerata l’attuale undicesima posizione dei siciliani a un solo punto dalla Casertana e il penultimo posto dei Rossoblù, i quali sperano ancora di agguantare la Fidelis Andria o, quantomeno, la Paganese per cercare di affrontare i playout con più serenità. I Bianconeri sono reduci dalla sconfitta patita ad Andria giunta dopo due vittorie di fila ottenute contro Akragas e Rende; di contro i Pontini provengono da ben sei sconfitte nelle ultime sette giornate. All’andata terminò 2-1 per il Fondi in virtù delle reti di Ghinassi e Addessi che consentirono di rimontare la rete di Marano.

Mister Diana deve fare a meno ancora di Sibilli: confermato il 4-3-3 con Narciso a difendere i pali. In difesa sulle fasce De Rossi e Squillace, al centro Camilleri in coppia con Aquilanti. In mezzo al campo Esposito, Marano, Petermann; a guidare l’attacco c’è Lescano supportato ai fianchi da Bollino e Gammone. Sanderra conferma il 4-3-2-1 che in fase offensiva si può trasformare in 4-2-3-1. C’è Elezaj a difendere i pali. In difesa Galasso, Ghinassi, Polverini e Paprusso. Chiavi del centrocampo affidate a De Martino, ai suoi fianchi Corticchia e Vasco. Sarà Nolè a guidare l’attacco con a supporto Mastropietro e Lazzari. Prima dell’incontro, anche a Lentini, si commemorerà con un minuto di silenzio Emiliano Mondonico.

Approccia bene la gara il Fondi che si rende sùbito pericoloso con un tiro di Vasco e con una incursione sulla sinistra di Lazzari. I padroni di casa rispondono con un colpo di testa di Marano che termina di poco a lato e, in generale, con un atteggiamento paziente in attesa di colpire gli avversari nel momento giusto. I ritmi non sono particolarmente elevati, complice anche il gran caldo e le due compagini vanno un po’ al piccolo trotto. Col passare dei minuti è la Leonzio a diventare padrona del campo: interessanti le manovre di Bollino sulla destra e i tiri dalla distanza di Marano. Il Fondi, però, non sta a guardare: difende con ordine e riparte appena possibile: intorno al quarto d’ora l’occasione più ghiotta: cross al centro da sinistra e Vasco di prima intenzione colpisce male e manda sul fondo. La gara, comunque, è gradevole e i Bianconeri colpiscono persino la traversa direttamente da calcio d’angolo. I lentinesi provano a stringere i tempi: prima, Squillace dalla distanza; poi, Bollino in diagonale provano a mettere in difficoltà Elezaj. Successivamente, Squillace manda un pallone col contagiri a Bollino, ma il suo colpo di testa, da posizione favorevole, è troppo centrale e debole. Dopo una fase di stanca, la gara si infiamma poco prima del 40′ con ben due occasioni da gol finalizzate da Bollino e bloccate con grande maestria da Elezaj. Passano solo pochi minuti ed è ancora il portiere, di origini albanesi ma torinese di nascita, a intervenire provvidenzialmente su Lescano. Gli ospiti reagiscono e impensieriscono la retroguardia di casa nei minuti di recupero con una combinazione sull’asse Lazzari-Nolè: non accade altro degno di nota e il direttore di gara manda tutti negli spogliatoi sullo 0-0.

Avvio non particolarmente emozionante, ma al 52′ i padroni di casa riescono a sbloccare l’incontro: Bollino viene lanciato alla perfezione in profondità da Esposito e con Elezaj in uscita effettua un pallonetto che finisce in fondo al sacco; Sicula Leonzio-Racing Fondi 1-0. Prova a dare più peso in attacco Sanderra inserendo Corvia e dopo pochi istanti scoppia un battibecco con Narciso all’interno dell’area. La reazione degli ospiti è timida ma alquanto nervosa e giunge al 61′ in contropiede, ma in parte l’imprecisione degli attaccanti e un po’ la tempestività di Narciso bloccano ogni velleità. Adesso, i Rossoblù alzano il proprio baricentro e prestano il fianco alle ripartenze della Leonzio, la quale, comunque, mantiene i nervi saldi e non soffre più di tanto; infatti, non si registrano occasioni da rete particolarmente importanti né da una parte né dall’altra. Unica conclusione nello specchio della porta quella di D’Angelo all’81’ e terminata comodamente tra le braccia del portiere. A pochi minuti dal termine la Leonzio conquista un rigore: Bollino rincorre un pallone che sembrava perso con uno scatto eccezionale e costringe Ghinassi a un fallo piuttosto ingenuo; dal dischetto, D’Angelo non sbaglia. Sicula Leonzio-Racing Fondi 2-0. A questo punto, la gara non ha più nulla da offrire e l’arbitro sancisce la fine e il successo della Leonzio per 2-0.

SICULA LEONZIO-RACING FONDI 2-0 (0-0)

Sicula Leonzio (4-3-3): Narciso 6.5; De Rossi 6, Aquilanti 6.5, Camilleri 6.5Squillace 6; Marano 6.5 (71′ Davì sv), Esposito 7, Petermann 6 (46′ D’Angelo 6.5); Bollino 7.5 (90′ Foggia sv), Lescano 7 (90′ Gianola sv), Gammone 6 (71′ Russo sv). A disp.: Ciotti, Pollace, Giuliano, Monteleone, Cozza, Arcidiacono, De Felice. All.: Diana 7.
Racing Fondi (4-3-2-1): Elezaj 6.5; Galasso 6, Ghinassi 5, Polverini 6 (46′ Maldini 5), Paparusso 5.5; Corticchia 5 (55′ Corvia 5), De Martino 5.5 (84′ Quaini sv), Vasco 5 (84′ Addessi sv), Mastropietro 5 (64′ Ciotola 5), Lazzari 5; Nolè 5.5A disp.: Cojocaru, Pompei, Stikas, Mangraviti, Sakaj, Pezone. All.: Sanderra 5.5.
Arbitro: Marini di Trieste.
Marcatori: 52′ Bollino, 87′ rig. D’Angelo.
Note – Ammoniti: Camilleri, De Rossi, Squillace (S); Vasco, Paparusso (R).

Condividi
Appassionato di storia, letteratura, calcio e mediani: quegli “omini invisibili” che rendono imbattibile una squadra. Il numero 8 come fisolofia di vita: grinta, equilibrio, altruismo e licenza del gol.