Scottish Premiership, 14/a giornata: Griffiths espugna Dingwall; pesante sconfitta casalinga per i Rangers

Foto: Twitter @TheEveningTimes

Dieci minuti in campo, una punizione al limite e un sinistro talentuoso: bastano queste tre cose a Leigh Griffiths per regalare al Celtic la vittoria sul campo del Ross County. Un 1-0 che sta stretto agli uomini di Brendan Rodgers, ma che mette in risalto la corazza dell’undici delle Highlands. Arroccati nella propria trequarti gli Staggies fanno quanto possibile per rovinare una trasferta, almeno sulla carta, agevole per gli avversari. La matematica non è un opinione e sbagliare i conti quando hai contro il mancino di Griffiths può essere letale; e così è stato. Il Celtic continua la striscia positiva in gare domestiche, portandosi a 64 partite senza sconfitte.

Quello che accade nel pomeriggio di Scottish Premiership ha dell’incredibile. Aberdeen, Rangers e Hibernian, tutte impegnate sul terreno amico, sono chiamate a rispondere alla vittoria di mezzogiorno del Celtic. Risultato: ammutinamento generale.

Nemmeno il ritorno di Fernando Ricksen sul manto verde di Ibrox è servito ai Rangers per evitare la sconfitta contro l’Hamilton Academical. In una partita bloccata è un retropassaggio sbagliato di McCrorie a mandare in porta David Templeton per l’1-0; con i Gers sbilanciati alla ricerca del pareggio Docherty e Lyon confezionano il raddoppio a meno di dieci minuti dal termine. Gli Accies tornano a battere i Ranger in gare ufficiali trent’anni dopo l’ultima gioia.

Dodicesimo e tredicesimo gol stagionale per Louis Moult che fa cinquanta con la maglia del Motherwell ed espugna Pittodrie. Un 2-0 meritatissimo per il Well sul campo dell’Aberdeen, che manda un segnale forte al Celtic avversario domenica prossima nella finale di League Cup. Con una gara da recuperare gli Steelmen possono iniziare a sognare un piazzamento in zona Europa, impensabile dopo il grigiume della scorsa annata.

Un tap-in di Steven MacLean nell’ultimo minuto di recupero interrompe la striscia di partite senza vittoria del St. Johnstone (7) e regala un pomeriggio finalmente positivo al popolo dei Saints. Al 75′ Murray Davidson ferma la carestia realizzativa riportando il St. Johnston al gol dopo 620 minuti di astinenza. Il rigore di Stokes nel primo minuto addizionale sembra inchiodare le ostilità sul pareggio, ma una disattenzione in fase di non possesso condanna gli Hibs alla terza sconfitta in campionato.

Ritornano a Tynecastle gli Hearts dopo i lavori di ristrutturazione della Main Stand, ma non riescono a bagnare l’esordio con i tre punti. Alla rete del solito Isma Gonçalves risponde nei minuti finali della gara Kris Doolan. Nel dopo gara Craig Levine è furioso con la terna arbitrale: per il tecnico dei Maroon il gol del pareggio andava annullato, perchè viziato da un presunto fuorigioco e un possibile tocco di mano. Le polemiche però non mitigano il malcontento su Gorgie Road: a novembre gli Hearts sono già ad un passo dall’aver gettato al vento l’intera stagione.

Scottish Premiership – Risultati 14/a giornata

Sabato 18 novembre

Ross County – Celtic  0-1  78′ Griffiths
Rangers – Hamilton Academical  0-2  46′ Templeton, 81′ Lyon
Hibernian – St. Johnstone  1-2  74′ Davidson (S), 91′ pen. Stokes (H), 93′ MacLean (S)
Dundee FC – Kilmarnock 0-0
Aberdeen – Motherwell  0-2  42′, 54′ Moult

Domenica 19 novembre

Hearts – Partick Thistle  1-1 54′ Gonçalves (H), 85′ Doolan (P)

Classifica:

Celtic* 33
Aberdeen* 27
Hibernian 25
Rangers* 24
Motherwell* 22
St. Johnstone 18
—————
Hearts 16
Hamilton Academical 15
Ross County 14
Kilmarnock 12
Partick Thistle 11
Dundee FC 9

* = una partita in meno

Condividi
Friulano, classe 1987, è dai tempi della presidenza Lincoln che segue gli sport americani. Autodidatta di storia a stelle e strisce, ama il football, l'hockey, i film western, il bourbon e la musica country.