NCAA COLLEGE – L’uragano Irma ferma le squadre della Florida

Foto: Twitter @NOAASatellites

Uno dei più grandi uragani della storia sta per raggiungere le coste della Florida. La potenza distruttrice di Irma ha lasciato una scia di morte e distruzione lungo il suo percorso attraverso le Piccole Antille ed è in procinto di calare la propria scure sul Sud-Est degli Stati Uniti; l’arrivo è previsto a Miami nel pomeriggio di sabato. L’esodo verso Nord di milioni di persone è iniziato nei giorni scorsi e proseguirà inesorabile per le prossime ventiquattro ore. Nell'”Appendìce d’America” sono abituati a situazioni di questo genere, ma l’avvento di Irma potrebbe rivelarsi devastante come non mai.

La prossimità dell’uragano ha costretto i campus della Florida a cancellare le lezioni scolastiche odierne e a propendere per l’annullamento dei match casalinghi di campionato. I Florida State Seminoles (#10) hanno provato ad anticipare (dalle 19:00 alle 12:00) l’esordio sul campo amico contro Louisiana-Monroe, ma il rischio troppo alto di ritrovarsi, in qualche modo, al centro della tempesta ha dettato la scelta finale. Medesima situazione per i Florida Gators (#22) che si vedono costretti a lasciare Gainesville e a prendere un weekend di pausa; Scott Stricklin, direttore atletico degli “alligatori”, ha dichiarato che “giocare a football in queste condizioni non è la cosa migliore da fare. Il traffico in uscita dallo stato è congestionato e noi non vogliamo alimentare lo stress di migliaia di persone che desiderano allontanarsi in sicurezza dal pericolo”.

Anche le università della Florida impegnate in gare esterne hanno dato forfait. I nomen omen Miami Hurricanes (#16) hanno voluto evitare il viaggio in Arkansas per le alte probabilità di imbattersi nell’occhio del ciclone durante il volo di ritorno; purtroppo per loro non avranno la possibilità di recuperare il match contro i Red Wolves (mancanza di date utili ad entrambe). I South Florida Bulls (#21), in accordo con l’Università del Connecticut, hanno confermato l’annullamento della partita di sabato, con l’eventualità però che venga recuperata durante la settimana.

Il palinsesto della seconda settimana di College Football perde quindi ben quattro teste di serie, ma può ancora contare su diverse partite di assoluto interesse. A Columbus scenderanno in campo quindici titoli nazionali: Ohio State (#2) e Oklahoma (#5) si giocheranno una buona fetta di stagione in un match dall’altissimo contenuto tecnico; il kick-off è previsto per domani alle 19:30 (1:30 ora italiana). Mezz’ora prima, i Clemson Tigers (#3), campioni in carica, riceveranno, in un Memorial Stadium zoo per un giorno, i “simil specie” di Auburn (#13). Infine, a Los Angeles si giocherà il sentitissimo derby californiano tra USC (#6) e Stanford (#14), con i Trojans intenzionati a fermare la striscia negativa che li vede soccombere ai Cardinal da tre stagioni consecutive.

Condividi