Rugby, RBS 6 Nazioni: notte fonda Italia, la Scozia vince 29-0

Roberto Bregani/FotosportitPer gentile concessione Media Bin FIR

Non toglie lo 0 dalla casella delle vittorie e dei punti in classifica l’Italia di rugby, nuovamente ko nel 6 Nazioni 2017. Ultima giornata e ora non si può più rimediare: va in archivio un torneo da incubo per gli azzurri, sconfitti 5 volte in altrettante uscite, nonostante le 3 giocate in casa.

Nel quinto turno, non segniamo nemmeno 1 punto: tante le occasioni e diversi i calci sbagliati da una Nazionale che il problema del calciatore sembrava aver risolto. E invece no, almeno oggi: Canna impreciso nei calci più piazzabili, sfortunato in quelli da posizione più defilata. Gli errori al piede buttano giù il morale del n. 10 e dell’Italia tutta specialmente nel primo tempo perché, dopo un buon avvio scozzese, la squadra c’era tutta: lunghi momenti e fasi d’occupazione della metà campo avversaria ma nessuna capacità di capitalizzare, su punizione come su azione di gioco.
Dall’altra parte una Scozia gagliarda in difesa e concreta in attacco. Il 29-0, con un secondo tempo surreale nella nostra incapacità di concretizzare le opportunità ma soprattutto resistere difensivamente, è il prestigioso saluto di Vern Cotter a una nazionale e un movimento che ha fatto crescere tantissimo; di Russell, Scott, Visser e Seymour le mete, insieme all’ottimo 4/5 dello stesso Russel dalla piazzola.

Si chiude così mestamente un 6 Nazioni difficile da digerire per la Nazionale. E da inquadrare in tinte non negative: 5 sconfitte e nuovi record concessi agli avversari; Scozia che non aveva mai lasciato l’Italia a 0 punti in una partita e che non teneva un avversaria a secco dal 2008 (41-0 al Canada).

18/03
Scozia-Italia 29-0
Francia-Galles
Irlanda-Inghilterra

Condividi
Sardo classe 1987, ama il rugby, il calcio e i supplementari punto a punto. Già redattore di Isolabasket.it e della rivista cagliaritana Vulcano, si è laureato in Lettere con una tesi su Woody Allen.