Dudu si prende il Brasile, in attesa dell’Europa

Foto: Twitter Palmeiras

Un traguardo importante, per un uno dei giocatori più forti del panorama calcistico brasiliano: Eduardo Pereira Rodrigues, in arte Dudu, è stato convocato da Tite, commissario tecnico della Seleção, per le sfide contro Uruguay e Paraguay del 24 e 28 marzo, in sostituzione dell’infortunato Douglas Costa. Del trequartista del Palmeiras si dice un gran bene: non è escluso che possa essere uno dei protagonisti del prossimo calciomercato estivo.

Chi è Dudu? Attaccante esterno del Palmeiras e della Seleção, classe 1992, capitano del Verdão. Giocatore brevilineo di grandissima qualità. Per un paragone immediato con giocatori che militano in Italia, possiamo dire che ricorda il Papu Gómez per caratteristiche fisiche, e nell’interpretazione della partita invece ricorda Éder. Molto rapido, abbina all’alta capacità di concludere a rete, una buona gamba nella corsa. Fortissimo nell’uno contro uno, ha un eccellente senso del gol, ama anche assistere il compagno meglio piazzato. Vero e proprio trascinatore del Palmeiras alla vittoria dell’ultimo campionato brasiliano, si è caricato sulle spalle la squadra principalmente durante l’assenza di Gabriel Jesús per le Olimpiadi di Rio.

Sabato scorso, per Dudu, un gol meraviglioso, nel Clasico paulista tra il suo Palmeiras e il São Paulo. Palla conquistata sulla metacampo e conclusione velenosa da oltre cinquanta metri che non ha dato scampo all’estremo difensore avversario. Questo tipo di gol, un incubo per l’allenatore del São Paulo, Rogerio Ceni: nel Paulistão 2015, quando ancora giocava ed era il portiere del Tricolor paulista, subì un gol molto simile da Robinho (non l’ex Milan, un suo omonimo), con Dudu che era comunqu

Condividi
Ex arbitro FIGC, commentatore tecnico per Premium Sport, un passato a Sportitalia TV. Opinionista e giornalista in Tv in Italia, Brasile e Portogallo.