Rugby league internazionale: le prime storiche convocazioni dell’Italia femminile

Foto per gentile concessione Michela Seita/FIRL

Il prossimo 25 febbraio l’Italia femminile di rugby league scenderà in campo per il suo primo test match ufficiale.

Si tratta di un appuntamento storico e alla partita la Nazionale si presenterà forte dell’esperienza dei concentramenti degli ultimi mesi, organizzati dalla FIRL in diverse regioni d’Italia.

Instancabile in particolare il lavoro svolto dal Comitato Sud, con ben tre stage di league femminile organizzati ad Aci Catena (Catania). Altre importanti attività si sono tenute, negli ultimi mesi, ad Asti, Fogliano e Treviso, col picco di ben tre raduni e una trasferta internazionale lo scorso weeekend.

Foto per gentile concessione Michela Seita/FIRL

A suo modo storico e indimenticabile è stato, infatti, l’exploit del Saluzzo femminile che, in trasferta insieme alla squadra maschile che partecipa ai campionati francesi, ha sconfitto il Marsiglia con punteggio di 22-24.

Sarà lo stadio Fouad Chehab di Jounieh a ospitare il test contro il Libano. Di seguito, le convocate:

Giocatrici:

Marina Gueli – Comitato Sud

Zaffarana Giuliana – Comitato Sud

Ludovica Gurrieri – Comitato Sud

Oliwia Di Martino – Comitato Sud

Irma Sanna Passino – Comitato Sud

Eugenia Indaco – Comitato Sud

Valentina Virgili – Comitato Nord ovest

Marika Ascione – Comitato Nord ovest

Benedetta Pina – Comitato Nord ovest

Simona Gazzera – Comitato Nord ovest

Silvia Gai – Comitato Nord ovest

Elisa Salvatore – Comitato Nord ovest

Virginia Pinarello – Comitato Nord est

Silvia Capello – Comitato Nord est

Gubernale Chiara – Comitato Nord est

Viviana forgiarini – Comitato Nord est

Pratelli Giorgia – Comitato Nord est

Anna Barro – Comitato Nord est

Allenatori

Tiziano Franchini

Massimo Nicotra

Locandina a cura della Lebanese Rugby League Federation

Condividi
Sardo classe 1987, ama il rugby, il calcio e i supplementari punto a punto. Già redattore di Isolabasket.it e della rivista cagliaritana Vulcano, si è laureato in Lettere con una tesi su Woody Allen.