Mercato di gennaio, sicuri che conviene?

Siamo veramente sicuri che il mercato di gennaio conviene? Sinceramente ho i miei dubbi. Quante squadre hanno veramente guadagnato qualcosa dal mercato di “riparazione”? Poche, pochissime. Così, su due piedi, mi viene in mente solo il Milan. Balotelli è stato veramente fondamentale per il cambio di rotta della squadra di Allegri (anche se non bisogna dimenticare un certo El Shaarawy che ha tirato la “carretta” per mesi) che ora può puntare seriamente al secondo posto. C’è da dire che sono stati presi anche Zaccardo, una sola presenza per lui, e Salamon che è stato preso probabilmente solo perchè il suo agente è un certo Mino Raiola.

E poi? L’Inter dite? Si, certo Kovacic è stato un ottimo acquisto, ma gli altri come Rocchi, Schelotto e Kuzmanovic hanno raccolto solo poche partite da gennaio ad oggi. La Juventus? Stesso discorso: discreto l’apporto di Peluso, incommentabile quello di Anelka. Anche il Napoli si è dato da fare con gli acquisti di Armero, Calaiò, Rolando e Radosevic ma nessuno di questi ha cambiato il volto della squadra di Mazzarri.

Discorso a parte per quanto riguarda Genoa e Palermo. Lì, davvero, non si capisce niente. Cambiare dieci giocatori a stagione in corso è veramente un suicidio. Pensare che i vari Floro Flores, Cassani, Matuzalem, Boselli, Formica, Faurlin e compagnia cantante cambino davvero il cammino di una squadra è quanto meno discutibile. Le altre? Qualche movimento qua e là, ma davvero poca roba.

Quindi, siamo sicuri che conviene il mercato di gennaio? Io, penso che sia (quasi) inutile, anzi, a volte, (quasi) nocivo.

Condividi
Nella vita è un carpentiere meccanico, ma si diletta nell'essere un giornalista. In più fa il marito. Nel tempo libero gioca a Football Manager, e quando riesce dorme. Email: dbertuletti@mondosportivo.it