Stramaccioni: “Ce la vogliamo giocare, daremo il massimo”

L’allenatore dell’Inter Andrea Stramaccioni ha parlato in conferenza stampa del derby contro il Milan: “C’è grande voglia di giocare questa partita per spazzare via tutti i giudizi negativi”. La sua squadra è stata spesso oggetto di critiche: “C’è sempre un fondo di verità. Ogni volta che abbiamo trovato delle basi su cui lavorare, è sempre successo qualcosa che ci ha tolto continuità. Cambiando molti giocatori è normale che inizino nuovi percorsi tattici. Avevamo inanellato dei risultati buoni con la difesa a tre, ma in alcune partite ci toglieva equilibrio”.

L’attacco ha perso un elemento importante come Milito: “Era basato su certi uomini, senza Diego non ho più il terminale offensivo e sono costretto a rivedere qualcosa”. Stramaccioni non svela nulla sulla formazione: “Potrebbero esserci esclusioni eccellenti. Io metterò la squadra migliore per vincere il derby”. L’ex allenatore della Primavera nerazzurra passa poi ad analizzare il Milan di Allegri: “È in un momento molto positivo, ha vinto contro i più forti al mondo. Noi veniamo da un momento di poca continuità, ma non credo che il Milan sia favorito. Io credo nella mia squadra”.

L’Inter è reduce dalla brutta prestazione di Firenze in campionato, cancellata in parte dal successo con il Cluj in Europa League: “Abbiamo sbagliato tutto, ma quella non era l’inter. Giocare subito col Cluj ci ha fatto sicuramente bene. Possiamo affrontare il derby alla grande”. Il tecnico interista critica un po’ il calendario che non concede molto riposo ai giocatori: “L’Europa League va rispettata ed onorata. Però vanno rispettati anche i calendari. Io non voglio trovare alibi, ma in un momento del genere 24 ore di recupero in più ci avrebbero fatto comodo. Questo al di là del derby. Se vogliamo continuare ad onorare l’Europa League in sede di calendario dovranno tenere conto della situazione”.

L’apporto del pubblico rivestirà un’importanza particolare nella stracittadina: “Sarà determinante. Hanno risposto alla grande ad inizio stagione, ci sono sempre stati vicini. Sono certo che ci trascineranno fino all’ultimo minuto”. L’Inter farà del suo meglio per vincere: “Ce la vogliamo giocare. Il Milan ha qualità importanti, ma noi non avremo paura in campo. Dobbiamo mettere in campo qualcosa in più. Sarà fondamentale l’approccio”. Stramaccioni si sofferma anche sul rapporto con il presidente Moratti: “Il presidente mi ha sempre dato fiducia, e io cercherò di fare di tutto per ripagare la sua fiducia. Per me sentire il presidente parlare così e vedere i giocatori che mi seguono sul campo è davvero importante”.

Il tecnico nerazzurro preferisce concentrarsi sulla partita piuttosto che sui singoli glissando quasi le domande sul grande ex Balotelli: “È forte, ha molto talento e ha giocato qua. È giusto che se ne parli tanto, ma per me sarà il derby fra due squadre, non il derby di Balotelli”. Importante, però, è il recupero di Alvarez che ha giocato un’ottima partita in Romania: “Con l’infortunio di Milito acquisisce un’importanza vitale. Ha trovato continuità, in Romania l’ho tolto per gestirlo al meglio”. Stramaccioni, infine, parla della difesa che rischia di perdere Ranocchia: “Giocherà solo se sta bene. Per me è più no che sì. Chivu? Siamo in emergenza totale, dobbiamo fare di necessità virtù”. Dopo l’allenamento di domani, sarà reso noto l’elenco dei convocati.

Condividi
Classe ’91, studia Scienze della Comunicazione a Roma Tor Vergata. Calciofilo DOC e inviato per CalcioMercato.com, ha scritto anche per il sito ufficiale del Frosinone Calcio. Email: spantano@mondosportivo.it