Benvenuti nella caserma dell’Arsenal: tutte le regole di ferro del sergente Wenger

Non siamo in una caserma, ma poco ci manca. Grazie a un tifoso dell’Arsenal fin troppo curioso e poco riservato (invitato al centro d’allenamento dal preparatore atletico dei Gunners Gary O’Driscoll, che verrà multato), l’Europa intera è venuta a conoscenza dei metodi rigidissimi che Arsène Wenger ha imposto alla sua squadra, come forse mai aveva fatto in 16 anni sulla panchina dei cannoni londinesi. Regole ferree che prevedono multe salatissime in caso di non-osservanza, multe tra l’altro riscosse di solito, stando a quanto dichiarato proprio oggi da Wenger, dal difensore tedesco Per Mertesacker, perché “loro (i teutonici, ndr.) con i soldi ci sanno fare”.

Nel centro di Colney (la struttura in cui si allena l’Arsenal), è stata scattata dalla ‘talpa’ una foto che ritrae la lista stilata da Wenger con una colonna parallela in cui sono menzionate le ammende da pagare. Ma quali sono queste regole a dir poco ferree? Si fa dal divieto di usare il cellulare in qualsiasi parte del centro d’allenamento (ma gli sms sono ammessi), al ritardo per le sedute, al rifiuto di… fare la pipì. Sì, perché un giocatore che non si sottopone al test delle urine per due settimane consecutive è passibile di una multa di 200 sterline. Se la somma non perviene all’assistente Mertesacker entro una settimana, l’importo da pagare raddoppia.

Un’organizzazione capillare che di certo non renderà facile la vita in quel di Colney. Ma ecco la lista completa:

– Assenza dallo stadio dei giocatori non convocati per le partite                  £ 1000,00

– Ritardo agli allenamenti                                                                                              £ 250/500

– Ritardo alla partenza per la partita                                                                         £ 500,00

– Ritardo a riunioni e pranzi                                                                                         £ 250,00

– Divisa sbagliata al matchday                                                                                    £ 100,00

– Abbigliamento non appropriato fuori dallo spogliatoio                               £ 100,00

– Giornali e computer nella sala medica                                                                 £ 100,00

– Giornali nello spogliatoio                                                                                           £ 100,00

– Scarpe da passeggio nello spogliatoio                                                                   £ 100,00

– Rifiuto di produrre campioni di urine per più di due settimane                £ 200,00

– Telefonate nel centro di allenamento (sms ammessi)                                    £ 500,00

– Mancata partecipazione alle attività commerciali del club                        £ 500,00

Condividi
Vive a Formia (Latina) e studia Scienze della comunicazione a Roma. Collabora, oltre che con Mondopallone.it, con Calciomercato.it e con seriebnews.com.