Coppa Italia: Ranocchia salva l’Inter, vittoria al 120esimo contro il Bologna

Stramaccioni sceglie l’inedita coppia Cassano-Rocchi e ripropone il giovane Benassi a centrocampo. Pioli schiera praticamente la formazione tipo con Diamanti-Pasquato-Gilardino per cercare di fare a male alla difesa interista. La partita inizia con ritmi lenti, le squadre sbagliano molto a centrocampo e per avere i primi brividi bisogna andare dritti al 25esimo con Pasquato che tenta la fortuna da fuori area ma Handanovic è attento. L’Inter prende la scossa e reagisce: Guarin dal limite si sistema il pallone, con una finta manda Portanova al bar, e scarica un destro imprendibile per Pegolo. Vantaggio Inter al 33esimo. Il gol subito sveglia anche i ragazzi di Pioli che in due occasioni, prima con Gilardino e poi con Diamanti, sfiorano il pareggio ma un grande Handanovic gli chiude la porta.

La ripresa si riapre con la girandola dei cambi da parte di entrambi gli allenatori. Stramaccioni inserisce Cambiasso e Palacio per sfruttare le ripartenze, Pioli rischia tutto inserendo Gabbiadini e Konè. Come nella prima parte il più bello arriva negli ultimi 15 minuti. Nel momento di maggior pressione del Bologna, Palacio scappa via tutto solo, salta un difensore rossoblu, e piazza il pallone sotto il sette. Neanche il tempo di esultare per il raddoppio che Diamanti accorcia con una splendida punizione. L’Inter va in tilt: cross di Morleo e Ranocchia di testa manda la palla sul proprio palo. Due minuti più tardi Motta scappa via sulla destra e serve un assist perfetto per Gabbiadini che da due passi insacca il gol dell’insperato pareggio. Nei minuti di recupero un’occasione per parte ma i portieri difendono bene le loro porte. Si va così ai supplementari.

Le squadra cominciano a sentire la stanchezza, le squadre si allungano e le azioni pericolose stentano ad arrivare. Nella prima parte non succede praticamente nulla mentre nel secondo “mini” tempo Zanetti si guadagna la stading ovation di San Siro con un’azione personale che termina con il palo colpito dal capitano neroazzurro. Al 120esimo l’episodio che chiude la gara: Ranocchia svetta più in alto di tutti e supera un incerto Agliardi. Passa così al turno successivo l’Inter che affronterà la vincente tra Roma e Fiorentina.

Il tabellino:

Inter-Bologna 3-2

Inter (3-4-1-2): Handanovic, Silvestre, Ranocchia, Juan Jesus; Jonathan (86′ Mudingayi), Guarin, Zanetti, Benassi (46′ Cambiasso); Pereira; Cassano, Rocchi (61′ Palacio). A disp.: Belec, Di Gennaro, Mariga, Gargano, Chivu, Mbaye, Duncan, Bessa, Livaja. All.: Stramaccioni
Bologna (3-4-2-1) Agliardi, Sorensen, Portanova, Antonsson (70′ Konè), Motta, Perez, Guarente (46′ Pazienza), Morleo, Pasquato (55′ Gabbiadini), Diamanti, Gilardino. A disp.: Curci, Stojanovic, Krhin, Pulzetti, Abero, Cherubin, Paponi, Riverola, De Carvalho. All.: Pioli
Arbitro: Luca Banti.
Marcatori: 33′ Guarin (I), 77′ Palacio (I), 80′ Diamanti (B), 84′ Gabbiadini (B), 120′ Ranocchia.
Note – Ammoniti: Guarente, Motta e Gabbiadini (B), Pereira, Mudingayi e Ranocchia (I). Espulsi:

Condividi
Nella vita è un carpentiere meccanico, ma si diletta nell'essere un giornalista. In più fa il marito. Nel tempo libero gioca a Football Manager, e quando riesce dorme. Email: dbertuletti@mondosportivo.it