Sci alpino: doppia festa per gli Stati Uniti

Grande giornata per lo sci statunitense con le vittorie di Ligety in campo maschile e Mckennis nel femminile.

Nello slalom gigante di Adelboden, in Svizzera, la gara è stata una lotta riservata ai due specialisti Hirschner e Ted Ligety, nettamente più veloci di almeno un secondo nella prima manche rispetto al resto degli avversari. La seconda discesa ha visto un Ligety sciare con meno aggressività per puntare a difendere il podio; una scelta che l’ha premiato più di quanto si aspettava perché il suo rivale ha gettato al vento la vittoria, sbagliando sull’ultimo muro con oltre un secondo di vantaggio. Dietro Ligety i due tedeschi Dopfer e Neureuther, mentre l’azzurro Manfred Moelgg finisce quarto, penalizzato dal tempo della prima prova. Il muro finale è stato fatale anche al nostro Blardone, mentre si sono ben comportati Simoncelli (10°) e Eisath (18°).

Nella discesa libera femminile di St.Anton si è imposta Alice McKennis, ma grande soddisfazione nella truppa azzurra per il secondo posto della bresciana Daniela Merighetti, capace di disputare un’ottima gara nonostante il pettorale alto (n° 22). Solo sette centesimi l’hanno separa da quella che poteva essere la sua seconda vittoria in carriera in Coppa del Mondo. Terzo posto per l’austriaca Fenninger che scalza dal podio la leader di coppa, la slovena Tina Maze. Si è rivista in pista la statunitense Vonn, non al massimo della forma fisica, ma alla fine sesta nonostante la lunga assenza.

Condividi
Nasce a Roma il 30 maggio 1979 mentre il Nottingham Forest di Brian Clough vinceva la sua prima Coppa Campioni. Radiocronista sui campi dell’Eccellenza laziale, adora il calcio minore ed il futsal. Email: emodugno@mondosportivo.it