Esclusiva Mp – Virtus Entella, Superbi: “Ci piace Viola e cerchiamo un attaccante di livello. I playoff? Lotteremo”

L’ambiziosa Virtus Entella non si pone limiti. Dopo una prima parte di stagione al di sopra delle aspettative, la compagine ligure si tuffa nel mercato di gennaio con la consapevolezza di poter lottare per traguardi inimmaginabili fino a qualche tempo fa. Abbiamo contattato il ds della società di Chiavari, Matteo Superbi, per avere una conferma sui nomi accostati alla formazione di Luca Prina. Nomi più che importanti per la categoria…

Direttore, per il vostro attacco si parla di Zigoni, Eusepi e Cori: tutto vero?

Sì, sono tre calciatori che ci piacciono e cercheremo di acquistarne uno. Vogliamo un centravanti con importanti doti tecniche e morali, un uomo che sappia mettersi al servizio della squadra ma allo stesso tempo freddo sotto porta.

I tre li considerate sullo stesso livello oppure c’è un preferito?

Nessun preferito. Abbiamo stilato un identikit, come le ho detto in precedenza, e questi ragazzi corrispondono in pieno alle nostre idee. Trattiamo su più fronti, con l’intenzione di sfruttare l’occasione più favorevole.

Vi piace Alessio Viola?

E’ un calciatore che seguiamo da tempo: possiede le caratteristiche giuste per inserirsi nella nostra ossatura. Il mercato è lungo e ancora non siamo andati a fondo nella vicenda, ma Viola resta un nome di prima fascia per l’Entella. 

Sono solo questi i settori del campo in cui cercate rinforzi?

In linea di principio sì, poi potremmo intervenire ulteriormente se qualcuno tra quelli che giocano di meno ci chiedesse il trasferimento. Ma se ciò non avverrà, negli altri reparti non modificheremo nulla.

Ighli Vannucchi: vi aspettavate di più da lui?

Ma no. Innanzitutto ricordiamoci sempre che parliamo di un 36enne, che può avere battute a vuoto come del resto le hanno tutti. Ighli ha giocato alcune ottime partite in questa stagione, l’ultima domenica scorsa, e in altre ha faticato assieme alla squadra. Però nei test atletici è sempre tra i primi e possiede un’esperienza e una classe superiori alla media della Prima Divisione. Il suo campionato, finora, è estremamente positivo.

I playoff: un sogno o un obiettivo?

Entrambe le cose. Un sogno se consideriamo che la speranza estiva era quella di consolidare la categoria, un obiettivo se guardiamo la classifica. Siamo quinti dopo 17 giornate, perciò sarebbe stupido non prepararsi a dovere per lottare con le prime della classe. Noi ci proveremo, con la consapevolezza che raggiungendoli faremmo qualcosa di straordinario.

Anche perché se sul mercato cercate i calciatori di cui abbiamo appena parlato, non potrebbe essere altrimenti…

Ha ragione, è verissimo.

Condividi
Scrive per "Il Quotidiano della Calabria" e "Il Crotonese". Classe '92 ma già con una discreta esperienza alle spalle: ha collaborato con diversi siti internet e anche con la romana Radio Ies. Tra i superstiti del primo MP.