Pallavolo femminile, i risultati di serie A1

Saldamente al comando della classifica di serie A1 di pallavolo femminile. Nella prima giornata di ritorno la Unendo Yamamay Busto Arsizio batte per 3-0 la Banca Reale Yoyogurt Giaveno ed è di nuovo sola in vetta. Per una notte infatti la vetta era stata occupata anche dalla Norda Foppapedretti Bergamo, uscita con un punto dalla partita casalinga persa per 3-2 contro la Duck Farm Chieri Torino. Proprio le piemontesi sono state le uniche ad aver battuto finora le orobiche. Ironia della sorte, la Duck Farm è trascinata dalla divina Francesca Piccinini, capitano di Bergamo per tredici anni, che sabato ha vissuto una serata magica caratterizzata non solo dal successo ma anche dalla commovente cerimonia di ritiro della sua maglia numero 12 da parte di Bergamo e dalla calorosissima accoglienza dei tifosi rossoblù.

Un’accoglienza da ricordare è stata riservata anche dai tifosi dell’Asystel MC-Carnaghi Villa Cortese a Federica Stufi, centrale dell’Idea volley 2002 Bologna che nella scorsa stagione ha indossato la maglia di Villa. Sul taraflex di casa del PalaBorsani di Castellanza, l’Asystel ha iniziato il 2013 al meglio battendo per 3-0 l’ultima della classe Bologna grazie alle strepitose Alix Klineman e Caterina Bosetti. Il bottino pieno conquistato permette alle ragazze di coach Gianni Caprara di balzare al quarto posto in classifica.

Si conclude al tie-break invece la sfida per non retrocedere, in attesa di quello che sarà deciso a fine gennaio sulla questione Icos Crema che potrebbe cambiare il panorama salvezza della serie A1 della pallavolo femminile, fra Imoco Conegliano e Chateau D’Ax Urbino. Ad uscire vincitrice dalla battaglia di Treviso è proprio la formazione marchigiana. Ottiene due punti importanti anche la Kgs Robursport Pesaro, che supera per 3-2 la truppa dell’Assicuratrice Milanese Modena sprovvista della fuoriclasse Tai Aguero, tenuta precauzionalmente a riposo per un problema fisico. Un punto guadagnato per le emiliane, viste anche le difficoltà societarie e gli addii di Rinieri e Mari.

Sono invece rimaste a riposo Icos Crema e Rebecchi Nordmeccanica Piacenza dopo che la Lega pallavolo femminile ha accettato la richiesta della società cremasca e di un imprenditore che si è dichiarato interessato al progetto di salvataggio e rilancio della società violarosa. Questo stop, che pure ha creato un precedente nel volley rosa,  sarebbe necessario per sistemare al meglio gli assetti societari di Crema. Entro la fine di gennaio la situazione dovrebbe essere del tutto chiara.

La classifica: Busto Arsizio 30, Bergamo 27, Piacenza* 24, Villa Cortese 23, Modena 22, Chieri Torino 18, Pesaro 17, Urbino e Conegliano 15, Crema * 11, Giaveno 10, Bologna 1.
* Una partita in meno

Condividi
Nata il 7 ottobre 1982 e laureata in Teorie e tecniche della comunicazione mediale, è giornalista professionista. Lavora al quotidiano Il Giorno. Musica, cinema e sport (tranne i motori) sono le sue droghe.