Il Napoli cala il poker contro il Riviera di Romagna

Nella dodicesima giornata di Serie A Femminile un’altra goleada per il Napoli Carpisa Yamamay ed un pesante ko per il Riviera di Romagna, quinto in classifica, che perde 5-1 allo stadio Collana. La squadra del presidente Lello Carlino mette il risultato al sicuro già nel primo tempo e sale a quota 18 punti al sesto posto, a sole due lunghezze dalla formazione romagnola. Il 5-1 finale però è decisamente troppo severo per la formazione giallo-rosso-blù.

Il Riviera iniziava bene la partita sfiorando il vantaggio al 5’ con un’azione sulla destra di Gaia Mastrovincenzi che crossava al centro per Caccamo che concludeva a botta sicura, trovando la deviazione di Masia nell’area piccola.
Al 13’ iniziava lo show della Caramia con un pallonetto di destro dal limite dell’area che si insaccava sotto la traversa per il vantaggio partenopeo. Nemmeno il tempo di reagire e ancora Caramia, lanciata da Barbieri, crossava al centro trovando Pirone pronta alla deviazione di testa per il 2-0.
Le ragazze di Antonio Censi provavano a reagire per due volte con Sodini, prima al 23’ con un colpo di testa parato da Casaroli e poi al 27’ su punizione ma il portiere Casaroli non correva seri rischi. Al 44’, invece, su lancio di Barbieri Giacinti saltava in dribbling il portiere avversario Pignagnoli e segnava il 3-0 a porta vuota.

La ripresa si apre si apre con un gol annullato per fuorigioco a Giuliano su assist di Pirone e con una clamorosa occasione per il Riviera con Eleonora Petralia che recuperava un pallone sulla destra e centrava basso per Simona Sodini che da favorevole posizione non riusciva a trovare la deviazione vincente. Al 58’ però arriva il poker con un altro gol di Caramia con una staffilata di sinistro da fuori area che si insaccava sotto la traversa.
Al 66’ le giallo-rosso-blù riducevano le distanze con Caccamo con una velenosa punizione da lontano che passava tra diverse giocatrici senza essere deviata e sbatteva davanti a Casaroli prima di insaccarsi in rete. Dopo il gol il Napoli si rendeva ancora pericoloso con Pirone che prima al 68’ spediva di poco fuori di testa da calcio d’angolo e dopo al 77’ coglieva la traversa con un pallonetto dopo un contropiede.
Nel finale le romagnole sfioravano al 90’ la seconda rete con un colpo di testa di Alice Cama deviato in angolo da Casaroli e subivano il gol del definitivo 5-1 in pieno recupero con Diodato, entrata al posto di Caramia pochi minuti prima, che lanciata da Barreca è riuscita a superare Pignagnoli in contropiede.

Sentiamo le dichiarazioni del dopo partita del tecnico delle napoletane Peppe Marino:

Abbiamo dimostrato ancora una volta il nostro valore: contro una formazione che finora ha fatto un ottimo campionato siamo riusciti a imporre il nostro gioco fin dal primo minuto. Sono molto soddisfatto della prestazione delle ragazze, vogliamo continuare su questa strada.

NAPOLI CARPISA YAMAMAY – RIVIERA DI ROMAGNA 5-1 (3-0)

NAPOLI (4-3-3): Casaroli; Morra, Masia, Filippozzi, Esposito; Barbieri, Franco, Giuliano (60’Barreca); Giacinti (82’Di Marino), Caramia (87’Diodato), Pirone. A disp.: Radu, Canonico, Schioppo, Rapuano. All. Marino.
RIVIERA DI ROMAGNA (4-4-2): Pignagnoli; Del Gaudio, Magrini, Casadio, Petralia; Greco (57’Cama), Mainardi, Pastore, Mastrovincenzo; Caccamo, Sodini (81’Nagni). A disp.: Vicenzi, Piemonte. All. Censi.
ARBITRO: Cimino di Sala Consilina (SA), assistenti Montuori e Scaldaferri di Sapri (SA).
RETI: 13’e 58’ Caramia (NA), 15’ Pirone (NA), 40’ Giacinti (NA), 66’ Caccamo (RR),  90+2’ Diodato (NA).

Condividi
Parte-nopeo e parte bolognese, ha collaborato a vari progetti editoriali e sul web (Elisir, Intellego, Melodicamente). Ha riscoperto il piacere del calcio guardando quello femminile. Email: spellone@mondosportivo.it