In Europa è una Lazio dai grandi numeri. 1-4 al Maribor

La Lazio passeggia a Maribor e conquista il primato del girone J che, almeno in linea teorica, dovrebbe evitare brutte sorprese alla Lazio di Petkovic, che comunque ha dimostrato di essere grande squadra con la miglior difesa europea in tutte e due le competizioni.

ARCHIVIATA SUBITO- Nel freddo di Maribor, Petkovic fa turnover moderato e la vince con il doppio fantasista. Contro un avversario che ha poche motivazioni e basso tasso tecnico, la coppia Ederson-Hernanes è un incubo. Prima l’ex Lione imbecca Kozak che scavalca Handanovic con un morbido pallonetto, poi si guadagna un corner, che Hernanes pennella in testa di Radu per il raddoppio. Il monologo biancazzurro non viene interrotto, e con un contropiede micidiale Floccari la chiude con diagonale sinistro su assist ancora di Ederson. Il Maribor imbastisce una lieve reazione nel finale di tempo, ma prima Bizzarri e poi la traversa negano la gioia del gol agli sloveni.

BIANCAZZURRI NO STOP- Chi si aspettava nella ripresa una Lazio più lenta e compassata, sbagliava di grosso. Ederson e compagni continuano a schiacciare il Maribor nella propria metà campo. La girata di Kozak in area è sfortunata e centra il palo. Floccari ne “approfitta”, si mette in proprio e parte dalla linea di centrocampo, salta un avversario con un tunnel e piazza la palla all’incrocio dei pali, acciuffando a 3 reti proprio Libor Kozak. Petkovic fa rifiatare Hernanes e  Radu, e comincia a apensare a Bologna. Anche Bizzarri si aggiunge alla festa, sfoggiando una parata plastica sulla botta da fuori di Dodlek. Festa a cui vogliono partecipare anche Lulic ed Ederson, due a cui il gol manca molto, ma i loro tentativi non sono fortunati. Nel finale Tavares regala una gioia ai suoi tifosi: il gol della bandiera. Che non cambia la storia del match e il grande risultato di un’ottima Lazio.

Maribor- Lazio 1-4 (0-3)

MARIBOR (4-4-2): J. Handanovic; Mertelj, Rajcevic, Potokar, Trajkovski; Mezga, Cvijanovic, Filipovic (56′ Dodlek), Ibraimi; Tavares, Beric. A disp.: Pridigar, Vidovic, Arghus, Crnic, Komazec, Ploj. All.: Milanič.
LAZIO (4-4-2):
Bizzarri; Cavanda, Ciani, Cana, Radu (56′ Scaloni); Ederson, Hernanes (56′ Gonzalez), Onazi, Lulic; Floccari, Kozak. A disp.: Scarfagna, Biava, Ledesma, Candreva, Rozzi. All.: Petkovic.
Arbitro: Vad.
Marcatori: 16′ Kozak, 32′ Radu, 38′ e 51′ Floccari, 84′ Tavares.
Ammoniti: Kozak e Cavanda (L), Filipovic (M).

Condividi
Nato a Roma nel 1986, laureato in Management delle Imprese Sportive. Nella vita un solo obiettivo: raccontare lo sport; il calcio in particolare. Attualmente collaboratore di bettingisland.it e tuttochampions.it. Email: sgiovampietro@mondosportivo.it