Mourinho: “Con l’Inter il top della mia carriera, ho realizzato il sogno di Moratti”

Josè Mourinho conserva sempre un posto importante nel suo cuore per l’Inter e per gli anni in cui, con quella squadra, è arrivato in cima all’Europa e al mondo. Nonostante ora sia ormai alla terza stagione sulla panchina del Real Madrid, il tecnico lusitano ricorda ancora con estremo affetto il suo biennio tinto di nerazzurro e, in un’intervista rilasciata all’emittente inglese ‘Sky Sports‘, riassapore ancora vivi quei momenti:

La Champions League vinta col Porto è come se fosse oggi, ma quella vinta con l’Inter al Bernabeu nel 2010 è stato il momento migliore della mia carriera – ha dichiarato Mou – Moratti aveva questo sogno sin da quando era bambino, ha avuto allenatori e giocatori fantastici ma non c’era mai riuscito. E’ stato un momento speciale per lui e per un gruppo di giocatori per i quali, vista l’età, era l’ultima occasione buona per riuscirci. Sono stato felicissimo, soprattutto per loro“.

Riguardo al cambio di panchina al Chelsea, altra sua ex squadra (che ha chiamato Rafa Benitez, suo rivale e già suo successore ai tempi dell’Inter), Mourinho dichiara: “E’ il calcio – commenta Mou – non sono mai felice quando un allenatore viene esonerato, può succedere anche a me e a nessuno piacerebbe. Ma tutti sanno che sono legato al Chelsea, ho tifato per Roberto (Di Matteo, ndr) e gli ho augurato di fare bene e farò lo stesso col suo successore, faccio perciò l’in bocca al lupo a Benitez“.

Chiusura sugli obiettivi stagionali del Real Madrid: “Vogliamo vincere la Champions, voglio dare questa gioia ai tifosi e al club – le parole del tecnico di Setubal – il Real insegue la decima coppa, sarebbe un risultato impressionante e io cerco di vincere la terza con la terza squadra diversa, sarebbe speciale anche per me. E con tranquillità e ambizione, arriverà“.

Condividi
Vive a Formia (Latina) e studia Scienze della comunicazione a Roma. Collabora, oltre che con Mondopallone.it, con Calciomercato.it e con seriebnews.com.