Federer appoggia Murray: “Servono più test antidoping”

Dopo le recenti dichiarazioni di Andy Murray, con le quali aveva chiesto maggiori controlli antidoping, arriva prontamente la risposta di Federer, che appoggia lo scozzese su tutta la linea. Nella conferenza stampa che precede il Masters di Londra, lo svizzero ammette: “Sono meno controllato di sei o sette anni fa e non so il perché. Sono d’accordo con Andy, non si fanno molte analisi del sangue durante l’anno; – aggiunge – E’ vitale che lo sport rimanga pulito, deve esserlo. Abbiamo una buona reputazione al riguardo e vogliamo assicurarci che tale resti”.

Intanto sono stati sorteggiati i gironi delle ATP World Tour Finals, alle quali parteciperanno gli otto migliori al mondo. Nel girone A, si affronteranno Murray, Djokovic, Tsonga e Berdych. Nel girone B, invece, si daranno battaglia Federer, Ferrer, Del Potro e Tipsarevic.

Condividi
Nato a Gaeta nel 1988. Appassionato di (grande) calcio, ma anche di molti altri sport. Dopo aver calpestato svariati campi di terra ed erba, ha deciso di tentare la sua prima avventura in una redazione.