Zeman: “Paghiamo troppe distrazioni. De Rossi? E’ sempre stato un intermedio”

“Contro l’Udinese dovevamo essere 4-0 nella prima mezz’ora. Il processo di crescita non penso si sia azzerato”. Zdenek Zeman, in conferenza stampa, ha fatto il punto della situazione in casa Roma. “In queste due gare la squadra ha giocato un buon calcio – specialmente all’inizio e con l’Udinese per gran parte del secondo tempo. Paghiamo errori di distrazione”.

SU DE ROSSI – “Lui regista? Devo fare una scelta. Mi meraviglio di voi, che state qua e sapete che il regista De Rossi non lo ha mai fatto, lo era Pizarro. L’anno scorso? Ha fatto anche il difensore centrale. De Rossi in realtà è un intermedio, ha giocato otto anni in questo ruolo, non vedo perché non può farlo ancora”.

DESTRO – “Per me rimane un giocatore importante, il problema è che dobbiamo giocare in undici. Tre punte per voi già son troppe – ha spiegato il tecnico boemo – Osvaldo mi dà affidamento come Totti e Lamela in questo momento. Poi Destro è un giocatore che servirà alla Roma e farà bene alla Roma”.

DODO – “Non è al 100% – ha dichiarato Zeman – l’ho fatto cominciare prima per vedere fin quanto ce la faceva. Ha fatto cose molto belle, deve trovare continuità”.

AMBIZIONI – “Terzo posto? Sì, è possibile. Anche le prestazioni, pur non per novanta minuti, mi dimostrano che la squadra può giocare con tutti, lo ha sempre fatto tranne che a Torino. Abbiamo buttato sei punti con Bologna e Udinese, con sei punti in più non si diceva così. Le prestazioni sono state buone – ha concluso – seppur non continue nei novanta minuti”.

Condividi
Appassionato di sport – calcio, NFL e tennis su tutti. Direttore di MondoPallone.it, giornalista e telecronista di Sportitalia. Ottimista e molto (troppo) frenetico. Email: amilone@mondosportivo.it