Torneo Inicial 2012: Risorge il River. Crollano Velez e San Lorenzo

Nona giornata del Torneo Inicial e nessuno scossone in vetta. Non vince nessuna delle prime, a cominciare dal Velez di Gareca, travolto al “Josè Amalfitani” dal Colon. La squadra di Sensini gioca un calcio paradisiaco e regola il “Tricolor” con la doppietta dell’ex San Lorenzo Gigliotti e le reti di Achucarro e Curuchet. Inutili per il Velez i guizzi di Cabral e Pratto. Anche Boca e Newell’s si bloccano, rispettivamente contro San Martin de San Juan e Tigre. Gli “Xeneizes” passano in svantaggio per effetto del rigore provocato da Schiavi e poi trasformato da Bogado, e riescono con lo stesso “Flaco” (che prima sbaglia un rigore!) ad acciuffare la parità prima dell’intervallo. Nella ripresa, forti del vantaggio numerico (espulso Caprari) gli uomini di Falcioni vanno all’assalto della porta neroverde, senza però creare grossi problemi agli ospiti. Termina uno a uno, tra i fischi della “Bombonera” Approfitta dei passi falsi delle battistrada il Racing, che batte 4-0 il San Lorenzo di Caruso Lombardi, con un piede nel baratro. Tutto facile per gli uomini di Zubeldia: il portiere Saja su rigore, Campora e le autoreti di Gentiletti e Prosperi indirizzano il match e fanno sognare la “Guardia Imperial”. Stravince il River in casa dell’Arsenal, ormai brutta coppia della squadra che solo cinque mesi fa conquistò il suo primo e storico titolo. Non c’è mai partita al “Viaducto”. Troppo forte la voglia del River Plate di riscattare le recenti delusioni, alcune giunte tra l’altro in modo anche immeritato. Leonardo Ponzio apre le danze, rubando palla a centrocampo e scagliando un destro imprendibile per Campestrini. Nel secondo tempo l’Arsenal si affida alla “garra” e nient’altro. Troppo poco per cercare di impensierire i “Millonarios”. A venti minuti dalla fine ci pensa Luna  a chiudere il match; poi Carbonero, il talento dell'”Arse”, perde la testa e viene espulso da Pitana. Il finale è tutto di Funes Mori, autore della doppietta che fissa il risultato sul quattro a zero per gli uomini di Almeyda, ora “saldamente” sulla panchina biancorossa. Almeno fino alla prossima settimana….

Capitolo salvezza: l’Independiente ottiene un vitale successo a Santa Fè, restando aggrappato al suo Promedio salvezza, grazie alla doppietta di Ernesto Farias,  mentre crolla il San Lorenzo, seppellito di reti al “Cilindro” di Avellaneda. Per il “Ciclon” un colpo durissimo; le possibilità di un esonero di Caruso Lombardi aumentano sempre  di più con il passare delle ore. Il Tigre strappa un punto alla “Lepra” e tiene in vita le proprie speranze. Da registrare anche il pirotecnico 5-3 dell’Altetico Rafaela contro l’Argentinos di Astrada, che continua a denotare amnesie difensive imbarazzanti. Tripletta di Carigano e doppietta di Fontanini per la “Crema”, Figueroa, Iniguez e Leon per il “Bicho”.

Tra gli altri risultati, importanti successi per  il Godoy Cruz contro l’Estudiantes ( Obolo) e  l’All Boys  nella difficile sfida con il Lanus (Borghello e Vildozo, dopo il vantaggio ospite di Ayala). Termina uno a uno Quilmes-Belgrano. Il solito Cauteruccio per il “Cervecero” e Farre per gli ospiti regalano un punto a testa ai loro tifosi. Nel prossimo turno spiccano Colon-Racing e Newell’s-Velez per il vertice; in coda, invece, Independiente e San Lorenzo sono al bivio: devono assolutamente portare a casa l’intera posta con Atletico de Rafaela e Arsenal de Sarandi, per continuare almeno a sperare nella salvezza. Sperare, perchè visti i “Promedios” dei due club, i destini di entrambi non sono vincolati necessariamente ai propri risultati. Chi vivrà vedrà.

 

 

 

 

 

 

Condividi
Nato a Terracina il 1° febbraio 1989. Amante di tutto ciò di sferico che rotola su un campo rettangolare. Collaboratore presso diverse testate giornalistiche, sportive e non. Studia Lettere alla Sapienza di Roma. Email: lsavarese@mondosportivo.it