Dortmund sprecone e Man City di rigore: 1-1

Pioggia battente e tifo ragguardevole: la notte dell’Etihad regala lo spettacolo dei tifosi ospiti, giunti in massa da Dortmund e a loro agio francamente in ogni stadio d’Europa. Per contro, la parte Citizens di Manchester non è da meno, per il belvedere sulle tribune oltre che sul rettangolo di gioco. Alla fine i due club si dividono la posta in palio, con il City fortunato certo, però bravo a crederci sino all’ultimo e capace di costruire delle occasioni coi suoi uomini di punta. Migliore in campo Götze, autentica spina nel fianco per Kompany e compagni.

SARACINESCHE. Nella prima frazione, ad alzare i toni sono i gialloneri, abili in velocità a impensierire un City troppo lungo. I centrali difensivi reggono però l’urto, trovando sempre sul tocco decisivo la chiusura provvidenziale. Dall’altra parte, i Citizens fanno possesso palla alla ricerca del pertugio, solitamente costruito con la giocata individuale: al 26′ Aguero quasi batte Weidenfeller da suggerimento di Silva e ancora 10 giri di lancette dopo va vicino al gol. Al 35′, da un’azione di corner per il Borussia Dortmund Subotic tenta il tiro da fuori, mancando la porta di poco. Hart si supera nella parte restante di tempo, chiudendo la saracinesca specie su Goetze. Il Manchester City, incolume anche grazie ai legni, ha le sue occasioni con Dzeko, Silva (errore imperdonabile da un passo) e Aguero, ma il possesso palla del 62% non nasconde i balbettii.

TEDESCHI SPRECONI. I limiti dei padroni di casa non spariscono nella ripresa. E il Borussia, al minuto 62′, passa: leggerezza del neo-entrato Rodwell Reus penetra e batte, finalmente, Hart. Col passare dei minuti, i tentativi del City non creano se non praterie per il contropiede tedesco, con Lewandowski a divorarsi troppe occasioni. Nel calcio, i troppi errori si pagano: al minuto 88′ il ceco Kralovec concede un dubbio rigore per un fallo di mano di Subotić piuttosto dubbio. Dal dischetto, Balotelli non trema e manda in visibilio i fan dell’ex City of Manchester Stadium, per l’1-1 al triplice fischio.

Risultato che sta stretto al Borussia, mentre gli inglesi dimostrano di avere un portiere straordinario (Hart provvidenziale anche nel finale), i cui interventi sono valsi molti punti. Certo, anche Weidenfeller il suo dovere l’ha dovuto fare, però il Borussia avrebbe meritato di più.

 

MANCHESTER CITY-BORUSSIA DORTMUND 1-1

Man City: Hart, Zabaleta, Kompany, Nastasic, Clichy (81′ Balotelli), Yaya Toure, Javi Garcia (34′ Rodwell), Nasri (57′ Kolarov), Silva, Dzeko, Aguero. A disp.: Pantilimon, Lescott, Milner, Tevez. All. Mancini
Borussia: Weidenfeller, Piszczek, Subotic, Hummels (74′ Santana), Schmelzer, Blaszczykowski, Guendogan (82′ Grosskreutz), Bender, Reus, Goetze (88′ Kehl), Lewandowski. A disp.: Langerak, Leitner, Schieber, Felipe, Perisic. All. Klopp
Arbitro:  Kralovec (Rep. Ceca)
Marcatori:  62′ Reus (B), 90′ rig. Balotelli
Note:  Ammoniti: Kompany, Toure (M), Blaszczykowski, Reus (B)

Condividi
Sardo classe 1987, ama il rugby, il calcio e i supplementari punto a punto. Già redattore di Isolabasket.it e della rivista cagliaritana Vulcano, si è laureato in Lettere con una tesi su Woody Allen. Email: mportoghese@mondosportivo.it